Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 101a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0223
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D E l'a RCHlTBtTVRA

machine muscttli dette non uenga rotto, er alto tanto,
che nonsòlo co salci no fi pofó rouinare,ma etiàdio rio ut
posiino lanciare i mmici dardi,ò altre arme da mano. La
terra de le foffe cattata,*-fare l'argine ti farà commoda.
Lodarono gli antichi a cotal opera ilsuolo de prati con
Iherba, e le radici tagliato, altri uimine diuerdi falzi
usanoje quali germinando,®" injìeme auolgendofi fanno
largine più sodo. Figgonstne i labri de lafojsa à dentro
sieli Jpinofi,hami e fimili impedimenti a uietare che! ni"
micononimonti.Tasiiapicdel'argineilmedesimo. Ns
la sine de l'argine siccansì pali d'attorno, attrauerfando
ne de gli altri, e con cratici e tauole, aggiuntoui creta fi
sortisichino, vi sarai etiamdio eleuatttre.e sorcelluti mcr
U.Hinalmente sacciasi il tuttoché l'opera ne su piuser*
ma, efopra la quale meno ageuolméte si pofsa montare;
sludiando chelfoldato uifiiapiu coperto esicuro . fac*
ciansi le torri alte cento piedi, ma saccialmente oue fi
combatte,piti sfiesse e pm alte si faccianocelo che pof*
sino opprimere il nimico, anche entrato ne {leccati, il
pretorio Ja quintana, e decumana porta e simili con no*
mi da campo chiamate ,siano instcun luoghi ad usetre à,
guerreggiare,^ condurre uettouaglia, e? à ricuperare i
saldati ejpedita.fono come dicemmo taliprouisioni afta
tiui alloggiamenti più to&o, che a temporanei conuene*
uoli,mapercbe ogni caso di sortuna ò de tempi è da te*
mere, non si lasci anche ne ifleccati temporanei disa:'e
quanto sia bifogno, cotali prouedimenti. Quello che de
(leccati fiatarij,faccialmente àsofienere t assedio sabrica
ti habbiamo detto,à quello s assomiglia,cbe de la Rocca
de Tiranni parlando dicemmo . E laKocca una sabrica

assediaU
loading ...