Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 114a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0249
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DE L A R C H 'I T E T T V R A

po*Se alcuno è infermo, potiamo usareunaseccbìa, Wi
di gratia,pcrchc non portano i sani coiai puzzo lolita
notE puojliuedere ne gli uccetti,Jpccialmente ne le ron*
dini,che ftudia.no sommamentehauerei loro nidi mondi)
sìmi.Et è cosa mirabile de gli auijì de la natura,perche '
loro pullicini quanto più tofto possono suori del nido fi
uotano ti uetre0 il padre e madre .perche stano più M
di escnzA puzzo, portano lojìereo lontano. Segudttfi
adunque de la natura gli auijì.

Qualsia trale cafe de ricchi fatte in uitta da quelle de ti
citta la dissercnza.Le casedepoueri à quelle de rie
chi quàto è pofibile s'ajsomiglino,efaccidJiojì più ^
ftoàlastatechealuernocommode. Cap-d-

LE case de ricchi huominiin uitta, e ite la citta so't0
inque&odifiimiti,chcànobilitauillaè jiazaP1'
laftate,e le case ne la citta a tollerare il uernoji fan"0
acconcie JE però pìgliafi da la uitta ogmsottazzo di l^c[
di uéto,& di, uedetta, ne la citta ombrofì e più deli^1
piacerini godono. Baita adunq- chejìano quanto a U «'
gnitì er uso ciuile commode e fané jota quanto il luogP1
la luce consente ogmsottazzo di uitta ni fi saccia. Hrf^
bia oltre l atrio ampto,anchc il porticela loggia, l'b°r'
to,elimili delitie .Non potendojì sar quefìo ne sard"
lafabricà, una parte sopra l'altra facciafi, dandoli®^
sìa wisura. Seh natura del luogo lo patisee ,sacciài1'
si luòghi sotterra, oue le cofe liquide, le legne & 'r .
ili si póngano,ediseanioui poi fopra più honesti lu°&. \
Votraipoifopraedisearealtre sìatvze,sc cofì sA^l'°0
loading ...