Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 117
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0254
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
■1 I BSO VI. , 117

nelscriucre mi fìparaudwdittdnzigìudtcando apparte
nwsiadhuomoddbeneesiudiosoingegnarfìdi riuoca*
Yt dd U rouind quefld pdrte di.dottrina, che gli dntichi
prudentisiimi hebbero sempre in grdn prezzo. Cofi adu-
<sue trd trd due, sé douesit Voptrd comincidtd seguire,
°pure Usciarla impcrfetta.firingeuami t amore de l'ope
%ek chdritd,che porto à ftudiosi,e quello che no m'ha
tot potuto dare Iingegno,dd l'ardente studio, & incredi
°H dìligenzd miuenia porto.Non erd dlcund operd an-
falche susse commendatale no studiasii imparare da
l^Ud dlcund cosa.Ron cessdud adunque di Jpiare,conJU
^arernisurarc ,er decogliere dd lineamenti e pitture
ÌHnto erd pofiibile dì comprendere (ino a ld radice,che
lll&gno,che artisicio uìsujse siato usxto. Cosi còl de sio e
Pfacre dimparareld fatica delscriuere aUeggeriua. Et
"Uitro rdecogliere co/è tanto norie e differenti, cofi die
Wcrfe e da l'uso e cognitionede sautori dliene, e nar-
Yirk con debito ordine & elegante ordtione, rendendo
^ °gni cofi le proprie ragioni, ad huomo più di me dot.
0 O" eloquente ? appartiene.\o non però mi pento sé ho
Wemtto di ejser riputato più tofio nel dire sdeile, che
sluente.Alche quoto sin malageuok à'sare,lo sanno me.
#'° gli esicrtishe chi rio nehà fitto proua alcuna. E sé
1° m ingàno,ha.bbiamo sritto in guisit, che giudicherà
°pere Latine,e bene intcse.il medesimo ciftudiaremo
*sn?\ rimanete.De le tre parti ad ogni edisicio richie-
e,c'°èchcfujsc a l'ufo atta,dd esser perpetuafermìsiU
4W a l'amenità e diletti apparecchiata, habbiamo de
<we parlato, r.cUa che de la terza innanzi ad ogni aU
« Kg™filma e necesfaria si parli.

De la
loading ...