Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 129a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0279
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D B l'a R C H I T E T T V R A

di serrod cui ricomàdauuno de le sune, odele tdglìi1
primi nodi,<& d pigliare il peso, mafiimamente di pitf
trajbaueanounasorsce d somiglianza de la lettera %■
con diti adunchi dentro,cò quali pigliaua il peso. erano
à gli altri capi le aneUa,pcr lequali pajsaua la suneri
lasorficcftringca.Habbiamo ueduto ne le grandi pietre*
jpedalmente ne le colonne Usciarui ne la supersicie M
troue hscix alcune pùnte,ouero denti per legarli le sifflh
acciò non cddejsero.vsatio àfare le corone le impU<M*
che si fanno in qùe&d guìsa. cauasi ne la pietra d sorti*
di borfa ssrettd ne la bocca,e larga, nel sondo,ne hdbbiA'
tno ueduto di prosonde un piede, mettono in quelle cP
gni di ftrroje i quali due sono da i lati d sorma de /f
lettera, A .Bmpìonopoi iluuoto dipietrejl cugno chef
nel mezzo uicncddle ultime pietre rijketto.le orecchi1
de cugni con la forma sopradetta appaiono suori,co fi01
buchi,per i quali passa unchiodo di serro con piegati1'
ra,d laqualesì lega lafune-Noi le colonne eji labri^
le porte che si pongano riti in cotalguisa leghiamo.^
biamofatto unoslromento dastrignere diserrofi di ^
gno a proportione del peso bensodo, nel quale sìring1'
mo la cólonnafermandóla con cugni sottili battutiti W
giermcnte.Finalmente habbiamo fatto d quell'ifroni^"
to braghe di suni di modo,che non habbiamo osfefo cf,
le cane la pietra, ne col cingere delesuni,gli <*}■
queUd . Aggtugniui che quella maniera di legare è /""
ijpcdita, aconcia e fedele . Altrouepiucose d cotÀw
commode narreremo.Diciamo quiui le machine efse?c
me animalixhe h abbiano sor tisime mani, GT dttM°uer
quajì come sacciamo noi i pesi atte. E perciò debbi*1"1
loading ...