Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 130
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0280
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L I B R O VI. I50

*s le macchine imitare gli humani membri e nerui,consì
aerando tuso di queUi neljpingere,trahere,e trapporta
Ye. Auisot i che douendo muouere grandi pest,che accor*
temente^ con prudenza te gli metti,per gli incerti, uà*
fyer irremedtabili càsì,che sogliono in tale impresa an
c«e àpcritil?imi,contro ogni loroslimare, auenire . Per
c"e non tanto onderai de t'opera bene condotta lodato,
^mtosara il biasìmo,se male tisuccede. Torno à l'or*
** nostro.

wbbesi tre siate smaltare con harena prima , che
sincroni,e loro usficij e materia. De le intonicationi
e loro]])ccic,di preparare la calce à tintonicare coni

jKòda, de le maniere desegni,& intonicationeàpit*
tori commode. Gip. 9.

s| Uè dì meslieri prima che s'incrosti,smaltare con
r~ harena tre siate almenotè de la prima smaltatio*
jofficio rijìringere il murojer soslenere le altre,HI
"w debbe cs}>rimere le antichità de colori lineamenti,
yw di mezzo debbe iuittj di una e de l'altra amen*
tse'lu't'Ìsono taHfc l'ultima sarà afl>ra,e per così di
H^dete il muro,ilquak debbe esser la prima-féderas
è; k loroajprezzalasupersicienelseccarss,maessen
,. * Prima più molle ,quale esser debbe l'ultimalo s'ap
tV't al muro,quanto più siate con l'harena intoniche-
tt \<mt° fu* ageuoltìicnte sarai il muro liseio, <& con*
si " Uecchiaiapiu dureuole.Sia laprimamoltoaspra,
Kit 1tn<x ^ CclUli>c di mattoni non bene peéìi, grossx co*
e<lita,zr àie siate quanto è un palmo, àia tonica

r z di
loading ...