Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 146
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0312
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO VII. Tisi

tejkfa lo sa ràguardeuole. Ma si come ne l'animale il

c<*po,i piedi, V ogn altro membro Aebbe ejser proporr

honato al corpo,cosl ne Vedisicio.frecialmente nel tem-

Plosi debbono conformare tutte le parti, che corri frotte

*"» al corpo,e tra sé ssesse in guisa, che con qualunque

Porte si posino misurare le altre. Così truouo quaft tutti

$ litichi Architetti hauerdato taltezza à Vara, consi

torta del tempio la largbezza.Fcróhe diuisero la lar-

&eKZa insei parasandone una a l'altezza de Vara. Al

c5"« ne i maggiori tepis diedero a tarala settima parte

^ezz<i,e ne i grandinimi la nona. \l portico disua na

^tfafa d'intiero e continuo muro ,e ne gli altri lati

^Poto.Magli è da conjìderare,che maniera d'aperture

u ""gsi usare. Ver che gli è una uia di porre le colonne

^er alquanto piti seoftate una da laso-a, altrouesi

ettono frejsc e piti uicine . Sono in qucfti due modi i

?luu<j-Ne le più larghe per gli ampij intcruallisc

l^ai traue,rompcrasii,c l'arco non si tira acconciarne

*fapra k colonnelle lefrejsc,glijìrctti interuaUi to*

°°n° ti caminarui, e la luce . La onde è ssato trouato

u-" f0"^ "'<< mezzana,che prouede a quc&ì uitij,scr*

* comtnodojzr è innanzi ad ogn'altra commendata.

iunU.m° & quelle tre maniere ejser contenti, ma tute

J "" sogh artefici uè n'ha aggiunto due altre, de le

Uìtth° &U(tìc0>chc forsè mancando loro le colonne 4

vrJlez^d so ' <*nt richicSicjucnncro d<t queUa medio-

% 0ttm<t limitare le più rare. Ethauendo copia di

^^Pjneque loro porle alquanto più fress'e. Cojì aite

z]^"'* Clnque maniere d'interuaUi ,1 quali potiamo

slargo,(Irettoslegante,mediocremente largoje

t a medio
loading ...