Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 147
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0314
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO VII. 147

"»> kduodecima, faccialmentene le aperture ecceU
lentie più /limate*

2<trti del incolonnar e,de i capitelli, e uarie ma*
nicre di quelli. Cap.6.

~\ IJpotìi gli interuaUi, Gabbiamo a rizzare le eoa

X^Jlonne che scftengbino il tetto.Gli è gran dijseren

%* da rizzare colonne ò pilajìri,ey usarc archi ò traui

*k aperture.Gli archi cri pikjìri si conuengono à i

%<*£« le bafìliche anchora non si/prezzano gli ar-

cW.M(t ne le dignisiimc opere de tempi/ ueggonfi i por-

tc"ìsokmcntc con traui.vi qucsic habbiamo a parla-

e'/o«o parte de luoghi incolonati/ara disotto,e la ba*

'^sondata, in quellaJa colonna ne la basc,c di [opra il ca

y*"°jndi larchitrxue-sopràl quale uanno i traui ,6 la

'^KkquaU cuopre ò terminò, i capi de i segati traui,

luogo supremo è la cornice. Giudico che si cominci

*lc4pitclU,con i quali uamfi masimamente lincolon^

'"'■Cfcj'cggo fa qucj C]K copierano l'opera mia,cbescri

""o con lettere di fante, non con sigure i numeri che si

fwo.c/oè dodici}uenti,quarant4jton n-.zo.^o.Hac-

jo",'cS'Wfo U necesitì a sopr aporre i capitelli a le co

fy e' t fì'lc c^e posassero sopra di quefli i tronchi de i

to r Co&'Unti> md quel rozzo e quadro legno era brut

|j£ r°H<wono (sé fi crede ì Greci)alcuni da principio

do r l ^ tOÌ'no,acciò cheparesse come un piatto to

mrr° m C0Perc^° quadro ,ej perche parcua troppo

lotó 3C0'^ c°ti° «Iquàto fleso a linsu la leuarono.Gli

COnfrderate le opere de li Dorici,commendarono ne

t j r capitelli
loading ...