Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 148a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0317
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
tH L*A R C H I T B T T V R A

REplichero aduna;; de lineamenti de le coione quajl
tutto qucUo che si è detto nel libro fuperiore coti
disiimile ragione,ma tuttauia utile.Pigliero adunque de
le colonne che sogliano metter pia gnndi ne le opere U
mezzana tra le grandisime e le minori, laquale saccio
di trenta piedi : diuiderai adunque il maggior diàmetro
de lasua piata in nuoue parti uguali, de le quai ne di*
rai otto al maggiore diametro de la somma proiettar*,
laqual chiamano fesquiottaua,e matterai con ugual pw*
portione il diametro de la retrazione disotto al dittine
tro de la pianta.Verche quello de la pianta è di nuoue (
de la retrazione otto.Compawo poi il maggior dm1"1
tro de la somma proiettila a la somma retrazione $
siasequiscttima.Vengo a i lineamenti, ne i quali /<"'"
differenti.Sono ne labase il lataflro,cioè PlinthoJ b4°
ni,elicauctti.E illatafro una parte quadra satto?0''
Jlajaquale chiamo cofì,perche quella si Jpande in M°,
per ogni ucrso. 1 basfoni sono gl'osse cinte,de quali uno
premuto e grauato da la colonna saltro è nel lataft0-
cauetto è una caia intorno Jaquale è premuta tra i M
ni,come ne k circUa il sune. Ordinarono i Dorici c
ogni ragione di mi surare le parti dal diametro di sot.
la colonna.? er che fecero la bafe grassa U meta del?
de de la colonna^ mlsero il lataslro ejser la'go pcs °$>,
utrso in talguisa,che capijje il diametro de la pì*td>
appesso non pm chela meta dimezzo il diametro'
niente meno che la terza parte.Diuisero l'altezza "■
base in tre parti,de lequxi una ne diedero àia g°u (j
za dcllatastro . Era adunque la base grosja 4&*\.
lataftro tre siate, e Li larghezza del lataslro è tó*^
loading ...