Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 153a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0327
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DE LARCHIT E T.T V R A

pra quello mettono modionì larghi come li traui,e grof?
si quanto il palamento.e mettendoli ciascutiofopra'lfu?
traue,ess organo infuori dodici moduli, le suefronti si
tagliano giù al dritto,®- uifisa un cimatio,ne i modio*
ni'unagola riuerfeia per tre qnarti d'un modulo Ma &
glijpacij che fi ueggono pendere tra li modiom,fì 0m
pisee la rosa,ouero lacàthoMettesi fopra li modionity
fronte de Vopera,laquale occupa tre moduli. Lrf srontt
confi'(te de lafascia del cimano a gola riuerseia. ?crà[
occupa Ugola riuerseia un modulo e mezzo. Seqtò®
s'ha da porre il tetto in Frontifriao sannouifì tutte 'r
cornici,pigliando ciaseuna parte corrispondente Ali fi01
catoni in tal guisa.che. corrispoda.no a lifuoiperpdi^'
csniseano co le sue lìnee.L'opera àfrotispicio in q^P
è da le prime cornici differenti, che sempre mettefl"1
lasomjnitadel frontijpicio là gorna , Uquale è V0
matio i gola dritta grossa ne i Dorici grosso qu^"
moduli. Ma in quelle cornici, a le quali s'hadi r
ìlsrontijpiciojion fì mctte,e mettesl in quelle, che f
sono per hauer srontijpicio. Parleremo de fronti/}Wy
co apprefso.Quefto secero i Dorici.Ma gli ionici f
dentemente ordinarono, che sopra, le motto alte colo" f
fi ponga iarchitraue più grosso,ilche non sa sion'":"'0
«o/e ojferuare ne l'incolonnatione Dorica . E diffina° i
quella cofa in talgmfa.Quàdo la colma è alta uenttL
disia il traue la terzadeetma parte de la colonna, kll.
do diitinticinqucsacciasi il traue Li duodecima P* j
quanto e lunga la cclona.Se sarà di trenta piedi A1*'
traue la parte undecima de la lunghczza,e cofi Pr°P *
tionalmétesi dinega in ogni lughezza. li traue 1° (
loading ...