Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 154
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0328
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO VII. 1/4

osfre ilcinùtiohatre sascie,ediuideJìinmouè parti,

««e ne diedero al cìmatio, il cui lineamento è una gola

fiuerscid.Di nuouo diuisero ciò che rimati fattói cima*

f'o in dodici modulile i quali ne diedero tre a la saseia

*[otto,quattro à quella di mezzo, egli altri cinque ì

hsascia disopra,che è profiima al cìmatio. Alcuni non

àedero cimatio à le sa/eie,altri lo diedero, er alcuni di

Ideili ni dggiunstro md gola dritta per la quinta parte

j ^fascìa,altri un fu)aiuolo :per lasettima parte de la

Wtia.Truoucrai oltre ciò ne le opere degli antichi aU

cy"i lìneameti trapportati^ alcuni mescolati de la na

Ufd di uarie operale quai non biasimerai del tutto, mi

^fondarono sommamente il traue di due sole\fascie,

?«<le io giudico y che sìa il Dòrico senza le righe e le

cs"«K!ceQe. e quello secero in tdguisa. Diuisero tutta

&ojsezza in nuouc moduli>dando al cimatio un mo*

" ° t due terzi. A lafascia di mezzo tre moduli,& un

Jsi°-&UfttscÌ4 di fatto lasciarono gli altri due modi*

Q queiìusasiia di mezzo è ssato dato fatto la rude in

V

*&$

cimatio,un fusaiuolo largo l'ottaua parte de la i ' •- '• <u~ —

e " •» vw«ano,«» fUjawoiv largo louatta fo/ic ut j* e
^c|«,cr 4 lasascia dì fatto e ssato dato il cimatto a go
s r"frssia U terzt. parte de la sua larghezza. Sopra
£ Mitrane puosero litraui,ma non apparcuano fuori
r?P'jC0'tte ne U Dorici. Perche lisegarono al dritto del
kq njaué>cli cuoprirono con una continua tamia, 5
ke / s',Uwo safaiti regale. La sua larghezza sia quan
Ih ''^•^^deltraue.Qjuuifaglionoscolpire ua-
'</« Cl'Csi ufcno ne ìsacriflc's,onero capi di buoi co
il r°' lWernaUi ,. e pendono da li corni rette di pomi,e
"'•Sopra quettasaseia regale puosero il cìmatio À

u z gola
loading ...