Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 155a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0331
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
b b l'a r e h I t b t t v r a

rifulta la squara.Cauati i lati de le cannelaturt, debbesì
profondare in Ul guisa,che'l cantone de la squara, libe*
rumente rientri giustamente toccando : Debbesì lasciàrt
ad amendui li capi accànekti un conueniente sfiacio,a&
ciò che liuacui de le cannelature fìano diuisi da liprosù
mi liiteUi,che circondano la colonna. Tanto fìa detto
di quelle co sé. Dicefi che in Memsi circa l tempio era*
no in luogo di colonne dodici colosii. Altroue secero co-
lonne conuarij auolgimentì cr piegature, uetiitc di
•pampini,?? di uccellissiorti insuori. Ma la colonnata
sa e schietta più fi conuiene a la maefta de li tempi/ ■Sl
comprendono alcune mifure, lequai danno gran sacili*
tà à gli artesici per porre le colonne in opere. Annotti*
ranfi le colonne, che t'hanno da mettere in opra, c'à»
numero di quelle cauafi la ragione di diJporle.E per co*
minciare da le opere Doriche:se saranno quattro^1
rai la sronte de l'opera in parti uintisette ,sc fardi'®
sei, in pati quarantauna.se otto inparh cinquanta
er di quePte si daranno due parti àie grossezzcje
colonne Ma ne lesabrichc Ioniche quando barrai <*/""
re in opra quattro colonneJiuidasi la fronte del -JP^'
in undeci parti e mezza,mettendone sei in parti dij"8
- to.Ma s'harrai da pone otto colonne,diuideré U si'0"'
te in parti uintiquattro e mezza,de le quaine darà' U
ì la grossezza de la colonna.

Delpauimento del tempio, de gli Jpacij di

dentro, del luoco de lara, de le mu*

ra, CT de loro ornamenti.

Cap. io* IMÒ

Commenda
loading ...