Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 161a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0343
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DB L A a C H I T E t T V R A

nonmettetuno uetro srale,^ma la pietra Jpeculare toh
ta diSogobria luogo di Spagna, ouero di Bologna cititi
di Tràcia.Et era una lama più larga d'un piede dipM
smogesso trasparents, ilquak disua natura non sa'
te la uecchiaia.

Detalureje la communione,de le lucij& de i
i candelieri. Cap.13.

COnuiensì a la maettà del tempio, che l'altare, 0 tK
si celebra-sì faccia in luogo digmsiima, e soraci
me un tribunale.becero gli antichi laitar e alto seipi^'
e largo dodici,nelquale metteuano Ussatua. Lascio à '*
trui giudiciose sìa comeneuole,che si saccino più aW
nel tempio . QncUiprimi huomini ottimi nel princip1"
de la nost-a religione,concorreuano a la communione®
la cena,non già persatiare il corpo di cibi, ma acciow
mangiando insieme,douentajjero manfueti, e ripif' .
buoni auisi/itomxssero a casa più bramosì di uerth-IW
gusate più totto che mangiatele cose,che erano Pf'.
camente apprettate,]! leggeua,e parlaua di cofe dwin'
Studiauano tutti àlacommunesalute,& Àia uertu 'y
ciaseuno asuo potere ojseriua,come un debito cenfo^
pietà:& il uefeouo distensaua a bìfognosi.Et in tal g" ^
sa tutte le cose erano,come tra sratelli amintissinù c0K
muni.Ma quando poi fu le cito per sauore de princip1
concorrere publicaméte,non si fiottarono molto dd
dine de gli antichi,ma concorrendouipiu popolo, «r ^
no le particole ne la communione.Efi possono Ugi
sermom,che saccuano à quei tempi gli eloquenti P .
loading ...