Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 177
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0374
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO Vili. 277

wijnaetìdndìo nei tempi]e ne le case depriuati.Scritte

"ino, dice Simaco, ne le sommità de tempi] li nomi di

quelli Dei,à li quali gli ha.ueua.no dedicatici no&ri ne le

c"peUe scriuono 4 che tempo, e da cui sono siate dedica*

&U che mi piace.Ne f afa senza ragione.Pcr che uenen.

* <* Cinico Orate siksofo,& uedendoscritto [opra le ca

I^Hercole huomo sortisiimo sigliuolo di Gioue quiut ha*

ttgfi , non entri in quella casa male-alcuno ,se ne sece

~nzfpersuase loro che più tofto uiscriuejsero. Quiui

"witaldpouerta.'Per che quella più sacilmente caccie*

Yt?k da le case ogni moftro,che Hercolc. Saranno li ti*

%ouero serini,che chiamiamo Epigrammi, ouero con

litue rj imaginì. Commandaua Platone che si scriuejse

°F°pra ifepolcri solamete quattro uersumetti ditegli

.wcolonna di mezzo VEpitasio ,mabreue inguisa,

^lettore correndo da la cittàJopojsa leggere. Et in

. *r° U lunghezza in ogni cosa è odiosa, ejpecialmente

j"?«e& . Tuttauia essindoprolisso'fa chesia elegante,

-u°ncndo 4pietà & à misencordia con gratia, laonde

'*%f°condo da mandare à memoria, e da cantare. Co*

n<iasi quello di Ontenea . Se la cruda morte lasciasse

I 'w àie anime, io Ontenea uolentieri pensarci-de

c°Faàme caraMa horasuggirò laluceeliDei,perse

° Wlcon morte immatura à linferno.Et altroue.Mira

le °?lttcltinitorn4mento de limagine diEnnio:ll qua*

descrijse k iUuibn impresc de li padri uoM. Biuno

Pianga, ne celebri le ejsequte con lagrime : Per qual

^'l]islo nolo uiuoper bocca degli buomini. Scusserò i

ti l nomj ne isepolcri di quelli,chesurono amazza*

1 "vnnopilcosorasticrc auifa i Lacedemoni],come

Z non
loading ...