Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 186
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0392
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Ì-Ì -LIBRO: Vili, l8é

r*'Tèitofìct detto de gli anditi. Ne le bocche del thea*
ir°saceuanfì luoghi eleuati,oue (lattano li rapprcserita*
ferver 0«e era cofcume,che li padri, & il magijbratosc
befserò in luogo degno,da la plebe separato,come sareb*
be ne l'ara di mezzo,mettendouì le sedie. Esaceuasì un
Pulpito tanto largo,che ligiucolieri,li mufìci.z?il cho-
rouijìcsie commodamente,zjstendeuajìjìn'al cctro del
^Kzo cerchio la piazza del pulpito alta no più che cin
3*piedi,accioche li padri ftando nel piano mirajjèro be
'!e li giuochi. Ma quando non metteua bene occupare l'a
$ di mezzo,perche uisedesseroi padri,anzi bisognaua

"Maria tutta à li rappresentaton,e cantori, saceuasì il
Pulpitopiù jìretto,mapiùdto sini seigomiti.orneras-
'Hue&a parte,in amendue i luoghi con colonne e tra*
vaienti unosopra l'altro à sorma di casa.& hauea por

e Miluoghi conueneuoli,?J una come regale ornatalo*
Mie pelle del tempio,^ altre uicine,per lequali pojsa*

0 « rapprcsmtatori useire & entrare, come ricerca U
'"Uoh.E, pratticado nelthatro tre generation di poeti,

*ag.ici,che rapprefentano le mi serie de tiranni,Comici,
^narrano li trauagli de padri di samiglia^ Satiri che
fililo k amenità de la uilla,e gli amori depastori.No

' ,ìl4ncaua una machina,che si poteuagirare intorno,e

°waua la fronte dipinta di casa,di cortile onero di sel

peonie richiedeua lasauola . Tali erano le piazzeglì
n ''e H pulpiti de li rappresentaton. Dicemmo ejsere
„* ° trouatounportico neltheàtroper ritenere CTcon
^"««i-c le uoci:que8o erasopra lipiu alti anditi,*? da
°llnternulli de le colonne guardiua sopra la piazza di
ZZo,o" di quefta habbiamo à parlare. Haueuano in*

Ih i teso
loading ...