Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 239
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0498
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
X I B R O X. 239

elinatól luto tiggiermente,k onde no si rompono intel
guisa,per ciò nonsicommuoue tanto il mare, per chess
tòlgono le onde insejlesse co minor empitole sé alquan
fo harem, è commojsa ,poi che l'ha portata alquanto,U
Mòia nel luogo piti quieto, per il che ueggiamo tai litti
# di in dìjlendersi nel mare. Ma quando Imare truoua
un capo di.monte,e chesegua una piegata linea a formi
di golfo ò di arconcorre iui impetuosamente lungo al lit-
Kesì riuolta in seslesso. Et indi auiene che in luoghi su
KM cauafi di puffo in passò uicino al litto,e fannoss lun*
%hi canali. Altri dicono che! mare da sé sieJsoJ}>ira,e ré*
spka:e notarono che Ihuomo non mai Jpira suori la ui-
Kse non partendoli il caldo, quasì che ci dia da sé que-
fì argoménto,per che la ulta dethuomosi rajsomiglia al
lUnto con tanima., e cól muouimcnto del mar e.Ma di
?«e&> parleremo altroue.Bt è manifejlo che gli aumen-
tl e mutamenti del mare fi sanno in diuerse partili ma*
Yt di Negroponte sei siate al giorno si muta. A Cofknti-
n°poh non jìmuta sé non correndo per lo Fonto. In prò
pontideil mare disua natura gitta al litio tutto ciò che
ulportano isiumi-Per che tutte le cose che sono dal muo
amento trauagliate,quado truouauo sìanza cheta, si ser
Mano ■. Ma uedendo ne i litti per lo più sibbia, ò pietre
gittate àia riua, piacimi di narrare quello che truouo
seritto appo silososi. Babbiamo detto altroue che lasab
°i*fujSi4i loto rìjlretto dal Sole esesso dal caldo in cor
Pl minuti .Vogliono che le pietre si generino da l'acqua
del mar e.E che l'acqua co'l Sole, e co'l muouimentose ri
lc<tldi,e si secchi laonde fi rassidi, essendo consumate le
Parti piu leggiere, e che uengono 4 tale grossezz*, che
^betandojì il mare fanno una gusaa mucosa, la quale

rompendoli
loading ...