Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 11v
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0050
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
^v

IBIO

L

alcuni siati o vapori siuto terra ; e' trovaslero
fàcilmente via da uscirsene. Finalmente tutti
quei piani clic tu farai, coperti di alcuna co-
pertura, è di ncccllità che tu gli parerai a un
piano : ma a quelli clic anno da renare allo
seopcrto, non si à a dare altro pendio, che quello
che bassi a {"colare #lc pioggie, ma di ciò lìa
detto a bastanza, e forsè più che non si ricerca
in quello luogo : Perciocché la maggior parte
di quelle cole che abbiamo dette, s'aspettano alle
mura: Ma e' ci è avvenuto, che Eccome son quasi
per lor natura congiunte, noi ancora nel parlarne,
non le abbiamo scparate. Rettaci a trattare dello
{compartimento.

Book 1.

omit one Thing which I recolleft, and which is
very much to the present Purpose. In the Cimali
of St. Mark at Fatta is a very uscful Precaution os
the Architect, who having made the foundation of
the Temple very strong, left every here and there a
Hole, that is by chance any subtcrrancous Vapour
or Wind ihou'd be gather d there, it might caiily
find a Passagc out. To conclude, all the Plains
that you make which arc to be under any Covering
mull be laid exassly level, but those which are to
be left open, shou'd have jult Slope enough for the
Rain to run osf : but of this we have said enough
and perhaps more than was requisite in thisPlace-
because molt of these Things respecl the Walling
But as they happen'd to fall naturally together,
we did not think proper to scparate them in our
Discourse. It remains that wc treat of the
Comparti tion.

Cap. IX.

HAP.

IX.

Dello /compartimento, c donde sid Of the Compartition, and os the
nato il modo dello edisicare. Origin os Building.

Onsumasi tutta la forza dello ingegno, ed
ogni arte di edificare muraglie, e tutto
il Sapere insicine, nello seompartimento:
Perciocché le parti d'uno intero edificio,
e per dir cosi, tutte le intere abitudini di cias-
cuna delle parti, e tutta la unione e il congiu-
gnimento finalmente di tutte le linee e di tutti
gli angoli, in un' opera (avutoli rispetto alla
utilità, dignità, e piacevolezza ) sono misurate
da quello ìblo seompartimento : Perciocché sé la
Città secondo la sentenza de' Filosofi, é una certa
casa grande, e per 1' opposito ella Casa è una pic-
cioli! Città; perché non diren noi, che i membri
di ella, son quali Casuppole ; come è il Cortile,
le Loggie, la Sala, il Portico, e limili ? E qual
sarà cola, che sia in qual s'è l'uno di quelli, tra-
lalciata per negligenza, o per traseurataggine ;
che non nuoca alla dignità, e alle lode della opera ?
Debbcsi avere molta cura, e diligenza nel consi-
dcrare quelle cose ; che si aspettano, e giovano a
tutto lo edificio : E si debbe procurare, che an-
cora le mìnime parti, non siano, e dallo ingegno
e dall' aite disformi. Convengonsi molto a sare
ciò atta e commodamente, tutte quelle cose, che
nei abbiamo dette di l'opra, della Regione e del
Sito: Ed è ragionevole, che non altrimenti che
le membra, in un corpo corri srondono l'uno
all'altre ; cosi jncorn, corrispondano le parti all'
altre pani dello edisicio : Onde si dice, che i

Grandi

H E whole Force of the Invention and
all our Skill and Knowledge in the
Art of Building is required in the Corn-
partition : because the dilìindì Parts of
the entire Building, and to lise inch a Word, the
Entireness of each of thole Part?, and the Union
and Agreement of all the Lines and Angles in the
Work duly order'd for Convenience, Pleasure and
Beauty, are dilposed and measured out by the
Compartition alone : for if a City, according to
the Opinion of Philosophers, be no more than
a great House, and on the other hand a Houle
bea little City; why may it not be said that the
Members of that Houle are so many little Houles,
such as the Court-yard, the Hall, the Parlour,
the Portico and the like ? And what is there in
any of these, which if omitted by Carclcssness or
Negligence, will not greatly take from the Praile
and Dignity of the Work. Great Care and Di-
ligence therefore is to be used in well conlideriiig
these Things, which so much concern the whole
Building; and in so ordering it, that even the
mod inconsiderable Parts may not be unconft*
mable to the Rules of Art and good Contrivance.
What has been already said above of the Region
and Platform, may be of no sinali lise in doing
of this aptly and conveniently : and as the Mem-
bers of the Body are correspondent to each other,
so it is fit that one Part lhou'd ansiwer to another

I
loading ...