Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 13r
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0053
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
another

Libro I»

Cap. X.

Book I.

ij

Chap. X.

I) clic Colonne, e delle Mura, e ielle Ofthe Columns ami J salls a ml fonie
cofe che alle Colonne si as[iettano. Olservatious relating to the Columns.

RA ci rella a trattare sommariamente
del disegno delle Mura. Ma io non
vorrei che e' si lascialTe in dietro in
quello luogo, quel che io ò notato ap-
pretto degli Antichi ; cioè eh' eglino grande-
mente si guardarono di non tirare nell'una ultima
linea della pianta, talmente diritta, che lunghis-
sima e sola non fusse intrapresa, o da alcuna con-
cavità di linee torte, o da alcuno intersecamento
di Angoli; ed è manifellillimo che quei pruden-
tissimi uomini fccer quello per fare che il muro,
quali che aggiuntoli appoggi, a quali si accolli,
divcnilse più gagliardo. Nel trattare de' modi
delle mura si debbe cominciare dalle cose più
degne. Quello luogo adunque ne avvertite,
che noi doviamo trattare delle Colonnne e di
quelle cose che lì asfettano ad esse, conciona che
clli ordini di Colonne non sono altro che un
muro aperto e fello in più luoghi. E giovan-
done definire elsi Colonna, non sarà fuor di
propoiìto, sé io dirò che ella iìa una certa ferma
e perpetua parte di muro, ritta a piombo dal
piano del terreno all' alto; atta a reggere le co-
perture. Oltra di quello in tutta l'arte dello
edificare, non troverai cosa alcuna, che quanto
alla opera, alla spesa ed alla grazia, tu la ante-
ponga alle colonne. Ma anno elle colonne un
certo che in loro, mediante il quale, elle anno
una certa dissomiglianza. Noi in quello luogo
non pretermetteremo la loro limilitudinc, perchè
si aspetta alla generalità : ma della dilTomiglianza
loro, appartenendoli alla spccie, parleremo altrove
al suo luogo ; e per cominciare come li dice da
esse radici, a tutte le Colonne si fanno e mettono
sotto i fondamenti: pareggiati i fondamenti al
piano dello spazzo, usarono porvi sopra un mu-
ricciuolo, il quale noi chiameremo zoccolo, -altri
forsè lo chiameranno Dado, sopra il zoccolo po-
Cll- nevano la basa, e sopra la baia la colonna, e

sopra la colonna il capitello, la proporzione loro
era che dal mezzo in giù elle fuuero alquanto
più grolTe, e dal mezzo in su li andaltero al-
quanto riltringendo, luche ella futle ancora da pie-
de alquanto più grolla, che la più alta parte da
capa. E.1 io mi penso che da principio la colonna
fulsc trovata per lollenere le coperture. Dipoi

j]E arc how to treat summarily of the
DispoCtion of the Wall. But here I
mull not omit what I have observed
among the Ancients ; namely, that
they conslantly avoided drawing any of the outer
Lines of the Piai form quite ilrait, so as to let any
great length go on without being interrupted by
the concavity of sonie curve Line, or the inter-
seflion of sonie Angle ; and the Reason why
those wise Men did this is plain, that the Wall,
having as it were Props joyn'd to it to restagainlT,
might be so much the Stronger. In treating of.
the Walling, we Ihou'd begin with the mod no-
ble Parts of it. This Place therefore naturally
leads us to speak of the«Columhs, and of the
things belonging to them ; a row of Columns
being indeed nothing elle but a Wall open and
discontinued in several Places. And having oc-
casion to define a Column, it wou'd not be at
all improper to say, that it is a certain llrong
continued Part of the Wall, carried up perpendi-
cular from the Foundation to the Top, for sup-
porting the Covering. In the whole Compass of
the Art of Building you will find nothing, that
either for Workmansliip, Expcnce or Beauty, de-
serves to be prcferr'd before the Columns. But
these Columns having sonie particulars in which
they differ from one another ; in this place we
fliall speak only of their Agreement, because
that regards the Genus of them ; but as to their
difference, which relates to their Specie?, we
lhall. handle it in its proper place. To be-
gin theresore as we may say from the Root,
every Column has its Foundation ; this Founda-
tion being brought up to a level with the plane
of the Area, it was usual to raile thereupon a
kind of little Wall, which we lhall call the
Plinth, others perhaps may call it the Dye ; up-
on the Plinth Hood the Bale, on the Kale the
Column ; and over the Column the Capital :
their Proportion was, that from the middle down-
wards they were somewhat bigger, and from
thence upwards grew more and more taper, and
that the foot was something larger tJ'aii the top
of all. I make, no doubt, that at Kill the Co-
lumn was invented to support the Covering.
H Aftci-


loading ...