Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 14v
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0056
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L T B R O T.

Book L

Cap. XI.

Di quanta utilità siano t Tetti ed
alii abitatori ed all'altre parti_
degli edifici, e che effondo varii di
natura, s'abbiano a sare di varie
sorte.

\ utilità delle coperture è la principale
e la importantillima, imperocché non
{blamente conferite alla salute Je gli
abitatori, mentre che ne difende dalla
notte, dalle pioggie, e più che altro dal caldilh-
mo Sole ; ma difende ancóra tutto lo Edificio.
Levate via le coperture si putrefa la materia, si
pelano le mura, si aprono le facciate, e finalmente
tutta la muraglia a poco a poco rovina. Elsi
fondamenti ancora, il che appena crederai, dalla
difesà delle coperture si fortificano. Né sono
rovinati tanti edifici da ferro, fuoco, o guerra,
da moltitudine di rumici e da tutte le altre ca-
lamità ; quanto che per esiere flati lasciati spo
gliati e seopetti, più che per altra cagione, dalla
negligenza de' Cittadini. Le coperture, contro
ie temperie, contro le ingiurie, e contro gli im-
peti sono certo le armi degli edificj. Le quali
cole poiché così sono, mi pare che i nostri An-
tichi facciìcro egregiamente, si nelle altre cose,
si ih quella, che e' vollero attribuire tanti onori
alle coperture, che in adornarle consumarono
quali che tutta la maeltria del fare ornamenti.
Perciocché noi reggiamo alcune coperture di
Rame, alcune di Vetro, alcune d'Oro, ed altre
con travi d'oro, ed impalcature dorate, e di cor-
nici di fiori e di flatue egregiamente adornate.
Le coperture alcune sono allo seoperto, ed al-
cune no : {coperte son quelle Copra le quali non
si può caulinare ; ma {blamente sono polle a ri-
cevere le pioggie. Quelle che non sono allo seo-
perto, sono le impalcature e le volte, che lon
indie intra il tetto ed i fondamenti, onde pare che
sia pollo uno Edificio sopra un'altro.- In quelli
accadere che ella flclsa opera che a' membri di
l'otto sarà ancora copertura, sarà [pazzo de'mem-
bri di (opra. Ma di quelle tali impalcature,
quella veramente che noi avremo sopra il capo, si
chiamerà palco ilquale ancora chiameremo Cielo.
Ma quella che nello andare noi calcheremo co' piedi,
li chiamerà [pazzo. E le quelle ultime coperture
ihc Hanno allo seoperto, servano per pavimento

u no :

Chap. XI.

Of the great Usesulnefs of the Cove-
rings both to the Inhabitants and
the other Parts os the Building
and that being various in their
Natures, they viust he made of
various Sorts.

H E Covering for Usefulness fir exceeds
any other Part of the Building. it
not only secures the Health of the In-
habitants by defending them from the
Night, from the Rain, and especially srom the
burning Rays of the Sun ; but it alio preserves
all the rest of the Edifice. Take away the
Covering and the Materials rot, the Wall moul-
ders and splits, and in short the whole Structure
falls to Ruin. The very Foundations them-
selves, which you will hardly believe, arc secured
by the Protection of the Covering : nor have so
many Buildings been destroyed by Fire, SworJ,
War, by multitude of Enemies, and all other
Calamities put together, as have gone to Ruin
by being left naked and uncovered thro Negli-
gence. It is certain the Coverings are the defen-
iive Arms of the Building against the atlaults and
violence of Storms and Tempests. Wherefore
our Anceflors in this as in other things a£led very
laudably, in ascribkrg so much Honour to the
Covering, that they spent their whole Art and
Study in adorning and beautifying it. For sonie
of their Coverings we see of Brass, others of
Glass, some of Gold with gilded Beams and Rat-
ters, and richly adorned with Cornilhes of
Flowers and Statues. Of Coverings sonie are
open to the Air, others not : the open are those
which are not for walking upon, but only for
receiving the Rain. Those not open to the Air,
are the Roofs and Coves that are between the
Covering and the Foundations, so that one Houfc
seems to Hand upon another. By this means it
conies to pass that the same Work, which is the
Covering to the Apartments below, is the AM
to those above. Of these Coverings thole above
our heads we will call Roofs, or Ceilings; and
those which we tread upon with our seet, Art*!.
Whether the uppernioll Covering, which lies to
the open Air, is to be reckoned as an Al"'" °r
Pavement, we shall examine in another pl.icc_
But the Covering to the open Air, tlio' it beot

a plain
loading ...