Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 42r
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0115
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Libro lit.

Book III.

43

C a p. IV.

Della Natura, Forma, ed Allin-
dine delle pietre, dello intriso del-
la calcina, e del ripieno, e de
legnami.

lESTACI a dare principio alla Muraglia,
ma dipendendo tutta l'arte del Maestro,
ed il modo del murare, parte dalla
Natura e forma ed abitudine delle
pietre, parte dallo incollamento della calcina e
del ripieno, e da'legamenti; doviamo trattar pri-
ma di quelle cose, e brevemente di quelle che
fanno a nollro propolìto. Delle pietre, alcune
sono vive e forti e sugolc, come sono Selci Mar-
mi e simili, lequali da natura anno lo erter gravi,
e sonorc. Alcune sono esauile leggieri e lorde,
come sono quelle che tengono di Tufo e di Sab-
bione. Delle pietre ancora, ne sono alcune di
superficie piana, di linee diritte, e d' angoli
uguali, le quali si chiamano pietre riquadrate.
Altre sono di superficie, di lince e d'angoli di più
sorti e varie, che si chiamano rozze. Delle pie-
tre ancora alcune sono molto grandi cioè che
non portone» esser maneggiate senza carniccio,
palo, rullo, o tirari, e simili altre cose : Alcune
altre sono minute, le quali come più ti piacerà,
con una sola mano, si pollono alzare e maneggia-
le. La terza sorta di pietre insra quelle che di
grandezza e di peso saranno mezzane, si chiama-
no Giulie. Biibgna che ogni Pietra Ila salda, e
non lotosa, e bagnata bene : sé ella larà salda o
l'erta ; te lo dimostrerà il suono che ne useirà
dal percuoterla. Non lì bagnerà in luogo alcu-
no meglio che in siume. Ed è cola chiara che le
pietre mezzane, non son bagnate dalle acque a
bastanza, sé non in capo a nove giorni, e le
grandi più tardi. Quelle che son cavate di sre-
seo, son molto piti commode che le llantie ; e
quelle the sono Hate una volta congiunte con la
calcina, non amano di congiugnerli la seconda
volra. Quello balli delle pietre. Veramente e'
biasimano la Calcina, e dicono che ella non è per
edere gagliarda nelle opere, quella dico che por-
tata dalla sornace non sarà di zolle intere, ma
dissatte e quali come polvere. Lodano quella
die purgata dalle fiamme biancheggia, e che è
leggiera e sonora, e che quando tu la (pegni, con
all'ai seoppj taccia gran sumo e forte, e che sé ne
vadia in alto. A quella di l'opra per non erter'

ella

Chap. IV.

Of the Nature, Forms and Vita-
lities os Stones, and os the tem-
pering os Mortar.

IE now come to begin our Wall ; but as
the Workman's Art and Manner os
Building depends partly upon the na-
ture, form and quality os his Stone,
and partly upon the tempering of his Mortar, we
are therefore first to treat briessy os t liete. Os
Stones, some are living, juicy, and llrong, such
as Flint, Marble, and the like, which by nature
are heavy and sonorous ; others are exhautlej,
light, and dead sounding, as are all Stones that
are soft and sandy. Again, some have even Su-
persicies, strait Lines, and equal Angles, which
are call'd Squared Stones ; others have uneven
Superficies, os various Lines, and unequal An-
gles, which we call Rough. Os Stones aHò,
some are big and unweildy, so that a >. :
hand cannot manage them at pleasure. with-
out the assillance os Sleds, Leavers, Rowlers,
Pullies, or the like Engines; others {mall, so
as you may raise and manage them with one
single hand jull as you please. The third sort
is between both, os a moderate size and weight,
which are call'd sizeablc. All Stone fhould
be entire, not muddy, and well walh'd ; you
may know whether it is entire or crack'd, by
the sound it gives when you ilrike upon it.
You can walh them no where better than in
a River ; and it is certain that the middling
sizeable sort are not soak'd enough under nine
days, and the large ones under more. That
which is srelh dug out os the Quarry is bet-
ter than that which has been long kept; and
that which has been once cemented with Mortar
will not cement well again a second time.
So much may susfice as to Stone. As sor
Lime, they condemn that which when it
comes srom the Kiln is not in entire Lumps,
but in broken pieces, and as it were in
powder, and rhey say it will never prove
serviccable. They commend that which pur-
ges and grows white in the fire, and which
is light and lonorous, and when you water
it, burlls, and throws out a llrong thick Smoke
high into the Air. The sormer, being weak,

toulj
loading ...