Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 44v
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0120
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
,

Libro IH

Oltra di quello le coperture de' Vani, cioè i Car»
dinali 0 siano pur diritri, o pur tirati in arco, si
annoverano ancora infra le Olla. Perciocché io
dirò elle l'Arco non è altro che una trave piega-
ta, e la trave non è altro che una colonna polla
in traverso. Ma quelle parti che sono interposte,
e li trovano infra quelle principali, si chiameran-
no ragionevolmente Ripieni. In tutto il muro
vi sono ancora alcune cole che si convengono a
qual s'è l'ima delle parti che noi abbiamo raccon-
te, cioè il Ripieno di mezzo del muro, e le due
seorze, o vogliamo dire Corteccie da amendue le
parti, delle quali l'una di fuori à a ricevere i Soli
ed i Venti, l'altra di dentro à a nutrire l'ombra
della pianta. Ma la regola delle Corteccie e de'
Ripieni è varia, secondo la varietà degli Ediricj.
Le maniere degli edificj son quelle. L'Ordi-
nario, lo Ammandorlato, e l'Incerto : e qui sarà
alquanto a proposito il Detto di Varrone, che dice,
che i Tusculani solevano fare le muraglie da Vil-
la di pietre, ma in Gallia di mattoni cotti) infra
i Sabini di mattoni crudi, in Spagna si facevano
le mura di terra e di pietre. Ma di quelle ne
tratteremo altrove. La muraglia Ordinaria è
quella nella quale le pietre riquadrate, oveto le
mezzane, o le molto grandi, si murano in modo,
eh' elleno sieno polle con le loro faccic per ordine
secondo il Regolo, secondo l'Archipendolo, e se-
condo il Piombino, la qual muraglia è la più
ferma, e la più collante di tutte le altre. La
muraglia Ammandorlata è quella, nella quale le
pietre riquadrate o mezzane o piuttollo minute
si pongono non a giacere sopra un lato, ma Man-
do sopra un canto, espongono la fronte secondo
il Regolo ed il Piombino. La muraglia Incerta
è quella nella quale le pietre rozze si congiungo-
no in modo, che qual s'è l'uno de' lati per quan-
to e' polsa, con la sua faccia si accolli il più che
può a' lati delle altre pietre che gli sono accanto :
quelli sì fatti accostamenti di pietre tisiamo noi
nel laslricare delle (bade. Ma quelle maniere si
debbono in varij luoghi tisare variatamente : Per»
ciocché al primo Recinto tirato a piano sopra il
Terreno, non faremo le corteccie sé non di pietre
riquadrate molto grandi e molto dure, perocché
avendo ad elsere la muraglia quanto più li può
intera e salda, in tutto elsi) muro, non è luogo
alcuno, dove bisogni ne maggiore saldezza, né
maggiore (labilità che in quello: anzi sé tu potrai
avere una sola pietra, lo fermerai con elso, o
veramente con quel numero di pietre, che sia
più che si può vicino alla integrità e perpetuità
d'una loia pietra. Come si maneggino o muova-
no le pietre grandi, aspettandoli ciò alle maniere

delli

ily

in-

Book Hi.

Moreover, the Coverings of Opening?, chst ^ to
say, the Lintels or Transoms, whether strait os
arched, are alio reckon'd among the Bones. And
indeed I take an Arch to be nothing more than a
Bessi) bent, and the Beam or Tranibm to be or
a Column laid crosswise. Those parts which ....
teriefc or lie between these principal parts, are
very properly call'd fillers up. There are sume
things throughout the whole Wall which ance
each with some one of the parts we have here
spoken of; that is to say, the filling up or cram»
ming of the middle of the Wall, and thè two
Baf ks or Shells of each side, whereof that without
is to bear the Sun and Weather, and that within is
to give Iliade and Inciter to the inside of che Plat-
form. The Rules for these Shells and for their
sluffing are various, according to the variety 0f
Structures. The different sorts of Structures are
these; the ordinary sort, the chequer sort and the
irregular: And here it may not be amiss to take
notice of what Varrò says, that the Tiifcans used to
build their Country-hotises of Stone, but the G.iuls
of baked Brick, the Sabines of Brick unbaked, the
Spaniards of Mud and little Stones mix'd together.
But of these we ihallspeakelsewhere. The ordinary
sort of Struiiure, is that in which squared Stones,
either the middling or rather rhe large sort, are
placed with their Fronts exaftly answering to the
iquare level and plumb line; which is thellrongell
and molt lading way of all. The chequer'd way
is when squared Stones, either the middle siz'd,
or rather very small ones, are placed not on their
sides, but on their corners, and lie with their
fronts answering to the square and plumb line.
The irregular way is where ordinary rough Stones
are placed with their sides answering, as well as
the inequality of their forms will permit, one to
the other ; and this is the method used in the
Pavement of the publick ways. But these me-
thods mud be used differently in different places;
for in the Bales, or firil Course above the ground,
we mull make our Shell of nothing but very
large and very hard squared Stones ; for as we
ought to make the whole Wall as firm and entire
as posiìble, so there is no part of it that requires
more llrcngth andsoundness than this; inlbmuch
that if it were possible for you to make it all of
one single Stone you ihould do it, or at leali
make it only of such a number as may come as
near as may be to the firmness and durablenest
of one single Stone. How these great Stones
are to be mov'd and manag'd, belonging properly
to the Article of Ornaments, we ihall conlider
of it in another place. Raise your Wall, says

Otto,
loading ...