Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 46v
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0124
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Libro III.

Book HI.



Cap. VIII.

Delle parti de' Finimenti, delle Cor-
teccie, de Ripieni, e delle Sorti
loro.

u A p.

Vili.

E parti de' Finimenti sono quelle che
noi dicemmo che communicano a tutto
il muro, cioè le Corteccie ed i Ripieni:
Ma le Corteccie, alcune sono da lato
di fuori, ed alcune al contrario da lato di dentro:
Se tu farai quelle di fuori di pietra durilhma ;
ti Doma molto quanto al durare eternamente.
Oltre a quello in tutti i Finimenti, siano di qnal'
opera li vogliano, o amandorla, o di pietre roz-
ze ; io non ti riprenderò, purché tu metta rin-
contro a failidiosillimì e nocivissimi Soli, o mole-
stie di Venti, o veramente a i suochi, o alle bri-
nate, quelle pietre che per loro natura sono ga-
gliardillìme a resistere all' impeto, al peso ed alla
ingiuria, ed in que' luogi massime si debbe porre
materia al tutto robulliilima, donde nel cadere
da' Canali de' tetti, o dalle grondaje, le pioggie
maggiori, sieno da'Venti (battute nella muraglia:
vedendosi per tutto negli edificj antichi, per la
ingiuria di Umili spruzzaglie, elso Marmo (per
dir così) essersi grandemente roso, e quasi consu-
mato del tutto. Ancorché quasi tutti gli Archi-
tettori intendenti, per provedere a quella ingiu-
ria, usassero di ragunare le acque de' tetti, e ri-
stringendole in canali ; condurle via. E che più?
gli Antichi noltri avvertirono che ogn' anno nell'
Autunno, le foglie degli alberi, cominciano a
cadere prima da quella parte che è volta ad Olirò,
ed a mezzodì. Noi abbiamo considerà» tutti gli
edificj coturnati per la Vecchiaja, esser cominciati
a rovinare di verso Olirò : E la cagione perchè
così avvenga, è forsè perchè l'ardore e l'impeto
del Sole, mentre che l'opera era ancora in piede,
consumo troppo predo il nervo della Calcina.
Aggiugnesi che per i fiati d'Olirò, inumiditoli
più e più volte il muro, e per gli ardori del Sole
ribollito, marcitosi alla fine, si corrompe. Con-
tro a quelle adunque ed a limili altre ingiurie, si
debbe esporre materia atta e gagliardissima. Que-
llo penlo io che principalmente si debba olservare,
cioè tirare per tutto lo andar della muraglia, gì'
incominciati filari ugualmente, e non con disagua-
glianza alcuna, acciocché ella non sia da mano
delira di pietre grandi, e da sinillra di piccole:
Perciocché e' dicono che la muraglia per l'aggiun-
ta

Of the parts of the Finislnng ; of
the Shells, the Stussing, and their
disserent sorts.

|HE parts of the Finilhing are those
which, as we said before, are common
to the whole Wall ; that is, the Shell
and the Stusfing ; but there are two
Shells, one outward and the other inward: is
you make the outward of the hardest Stone you
can get, the Building will be the more durable.
And indeed in all sorts of Finilhing, let it be of
what kind of Work you will, either chequer'd,
or of rough Stones, it is indifferent, provided
you set against the continual mischievous violence
either of Sun, or Wind, or of Fire, or Froll,
such Stones as are in their nature bell fitted sor
resilling either force, weight, or injuries ; and
we Ihould take care to let our materials be parti-
cularly sound where-ever the Rain in its'fall from
the Roof or Gutters is driven by the Wind
against the Wall ; since we often find in old
Buildings, that such Sprinklings will rot and eat
into Marble itself. Tho' all prudent Architects,
to provide againll this mischief, have taken care
to bring all the Water on the Roof together
into Gutters and Pipes, and so carry it clear
away. Moreover, the Ancients observ'd that
in Autumn the Leaves of Trees always began
to fall of the South side firsi; and in Build-
ings ruinated by Time, I have taken notice
that they always began to decay first towards
the South. The reason of this may perhaps
be that the heat and force of the Sun lying
upon the work while it was slill in hand might
exhaust the Strength of the Cement ; and the
Stone itself being frequently moillen'd by the
South-wind, and then again dry'd and burnt:
by the Rays of the Sun, rots and moulders.
Against these and the like injuries therefore,
we IhouIJ oppose our bell ana stourest mate-
rials. What I think too is principally to be
observ'd, is to let every row or coUrse of Stone
throughout the Wall be even and equally
proportion'd, not patch'd up of great Stones
on the right hand and little ones on the
left; because we are told that the Wall by
the addition of any new weight is squeezed
closer together, and the Mortar in drying o

hinder'd


loading ...