Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 66r
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0166
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L i c it o IV,

Book IV.

66

Cap. III.

Del circuito, lìdio Spazio, e della
grandezza delle Città, delle sor-
me e sigure delle l'erre, e delle
Mura, e del e ost uhi e, delle ceri-
monie e offervazìoni degli Antio-
chi in disegnar le Gittik

OI deliberiamo che e' Insogni variare il
c'rcuiro di ella Città, e il modo del
d stribuire le parti, secondo la varietà
de' luoghi : concioliachè alcuna volta si
he e' non si può ordinare ne' Monti un
disegno di Muraglia o tonda o quadra o di qua-
lunque altra forma, che ila buona, con quella fa-
cilità, che in una pianura aperta. Gli Architet-
tori antichi, nel cerchiar le terre di muraglia,
biasimaron le cantonate eh' eseono fuori dal Dritto
delle Mura; credendo eh' elle giovaiTero più a'
nemici nel dare lo alsalto, che a Terrazzani nel
disenderli, e che le follino dcbolillìme a reggere
contro alle percosTe delle Machine da guerra: E
certo, per tradimenti, e per tirare le treccie, le
giovano non poco a' nemici, avendo elsi mallime
commodità di potere seorrere la campagna e di
ritirarli. Nientedimeno le sono alcuna volta di
grandillìmo aiuto, nelle Città di montagna, elsen-
do poste a rilcontro delle strade. A Perugia ce-
lebratissima Città, per aver' ella i Borghi sparsi su
per i Colli, non altrimenti che le dita delle Ma-
ni, che si sporgono in fuori; sé i nemici vorranno
dar 1' aualto alla Cantonata, poi che vi saranno
andati con molta gente, non avranno donde assal-
tarla, e quali melliti sotto una fortezza, non sa-
ranno ballanti a sostenete l'impeto delle cose che
saranno tratte, e la carica che verrà loro addotto.
E però non ii deve tenere il medesmo modo di
cerchiare le Terre di Mura, in tutt' i luoghi.
Oltre a quello, dicono gli Antichi, che le Città, e
le Navi, non dovriano per alcun modo edere tan-
to grandi ; che vuote batcollallino, o piene non
ballallino. Ma altri an voluto la loro Città pie-
na e pinza ; pensando per qucsto, eh' ella fuise
più sinirà. Altri promettendoli un' ottima spc-
ranza, nelle cose che avessmo a venire, li diletta-
rono d' avervi grandinimi spazj. Altri forsè pro-
videro con conliglio, alla fama e al nome ne'
Poderi. Imperocché la Città del Sole, edificata da
BuliriJe ; la quale chiamano Tebe, secondo che
trovo nelle Storie degli Antichi, girò venti miglia.

Menli

Ci

I A

P. III.

Of the Compafs, Space and Bigncss
os the City, os the forvi and dis-
pofition of the Walls ami Fortisi-
cations, ami of the Cnfloms and
Ceremonies olfcrved by the An-
cients in marking them out.

T is certain the form of the City and
the diltribution of its parts must be
various according to the variety of pla-
ces; sincc we see it is impossible upon
a Hill to lay out an Area whether round or
s<]uare,orof any other regular form,with that ease
that you may upon an open Plain. The An-
cient Architetti in encompalling their Towns
with Walls, condemn'd all Angles jutting out
from the naked or the Wall, as thinking they
help the Enemy more in their alTault than the
Inhabitants in cheli defence; and that they were
Very weak against the (hocks of Military Engines:
and indeed for treacheries, and for the safer
throwing their Darts they are of some advantage
to the Enemy, especially whete they can run up
to the Walls, and withdraw again immediately to
their Camp ; but yet they are sometimes of very
great servici in Towns seated upon Hills, if they
are set just answering to the Streets. At the fa-
mous City Pirusu, which has several little Tow-
ers placed hete and there upon the Hills, like the
fingers of a Man's hand extending out, if the Ene-
my osfers to attack one of the Angles with a good
number of Men, he can find no place to begin his
assault, and being obliged to inarch under those
Towers, is not able to withihmd the weapons that
will be call, and the Sallies made upon him. So
that the same method for walling ofTowns will
not serve in all places. Moreover the Ancients
lay it down fot a tuie, that Cities and Ships
shou'd by no means be either so big as to look
empty, nor so little as to be crowded. Others
are for having their Towns full and close, believ-
ing that it adds to their safcty : others, feeding
thcmselves with great hopes of times to come,
delight in having a vail deal of room : others, per-
haps, have an eye to the fame ami honour of Po-
stcrity. The City of the Sua, built by Bnjiris, and
call'd Tkbts, as Histoiies inform us, was twenty
miles in circuit; Memphis, eighteen mlleS, six fur-
longs ; B./Ayfo», three and forty miles, six fur-
longs ;





-
loading ...