Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 78v
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0192
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Libro V.

ci ile' Privati, ed in alcune altre da quelli e sra sc
difconvengono. Diremo prima in cjuello che h
somigliano : Dipoi quel che ciascuno abbia per ina
proprietà. Quello genere di edificj, dicono che
fu trovato per la necellità ; nientedimeno ci
sono alcune altre parti, veramente tanto com-
mode ; che per l'uso, e per la conmctudme del vi-
vere par che le sieno al tutto diventate pecetta"
rie • com' è il Portico, il luogo da pelìaggiare, il
luogo da 6rsi portare, e limili : le quali cose, es-
sendo noi perniali così dalla saenza e dalla ra-
gione dello edificare, non le distingueremo già dt
maniera, die noi dividiamo le cole commode dalle
necelsarie, ma in tale modo ; che sì nella Città, sì
ancora in così fatti Casamenti, altre parti spettino
alla universalità di tutti, altre alle commodità di
pochi, e altre a quelle d'un solo.

Book V.

fhose things wherein they agree ; and of their pe-
•culiarities afterwards. This sort of Buildings is
s lid to have been invented only for neccllity : yet
there are some parts of them which serve besides
to convcnicncy, that by use and habit seem to be
grown as necestary as any ; such as Porticoes, Pla-
ces for taking the air in, and the like : which,
though_method may seem to require it, I mail
not dillinguilh so nicely, as to divide what is con»
venient from what is necellary : but lhall only
say, that as in the City itself, so in these particu-
lar StruQures, some parts belong to the whole
houAiold, some to the uses of a few, and others
to that of a single person.

Cap. II.

Del Portico, Antiporto, Androne,
Stila, Scale, Veroni, Vani, Porte,
Ripojligli secrcti, e Stanze va*
scofe,c in (lucilo che si ano disseren-
ti le Case di Prencipi, da quelle
de Privati, de egli Appartati, e
insume congiunti Appartamenti
del Prcncipc e della sita Donna.

C H A P. II.

Of the Portico, Vcssibule, Court-
yard, Hall, Stairs, Lollies,
Apertures, Back-doors, concealed
Pafsagcs and private Apartments;
and wherein the Houfcs of Prin-
ces disser from those os private
Men ; as also of the separate
and common Apartments sor the
Prince and his Spousc.

Ol certamente non pensianio che il
Portico e l'Antiporto fussero fatti sola-
mente per commodità de' Servi, come di-
ce Diodoro ; ma per cagione ancora della
Universalità de' cittadini. In casa poi i luoghi
da palleggiare, la Corte, 1' Androne, la Sala, (la-
qual credo io che sia chiamata così dal saltare
che in quella si fa nel celebrarvisi l'allegjezza delle
Nozze e de' Conviti) non appartengono alla
Universalità ma piuttollo a gli abitanti proprj.
Le Stanze da llarvi a mangiare è cosa certa che al-
cune servono jer li padroni, e alcune per li Servi-
dori : le Camere da dormirvi servono per le Ma-
trone, per le Fanciulle, per li Forestieri, e quali
per ciascuno appartatamente : Della Universale
divisione delle quali, per quanto srettava a parlar-
ne generalmente, ne trattammo nel primo libro
de' Disegni : Ora è necelsario seguitare a dire,quan-
re elle debbano eslere^ come grandi, in che liti lì
debbano pone, che ciaseuna secondo il bisogno

Do not think the Portico and Vem'biilé
were made only for the conveniency of
Servants, as D'todonts says ; but rather
for the common use of the Citizens:
but Places for walking in within the houle, the
inner Court-yard, the Hall (which I believe
took its name from Dancing, because NuptiaU
and Feasts are usually celebrated in it) do not
belong at all to the Publick, but entirely to the
inhabitants. Parlours for eating in are of two
sorts, some for the Mailer, and others for the
Servants: Bed-chambers are for the Matrons, Vir-
gins, Guesls, and are to be separate for each. Of
the universal divilion of these, We have already
treated in our firsl Book of Designs; as far as was
necellary under a general title : we lhall now pro-
ceed to (hew the number of all these, their pro-
portions, and proper lituations for the greatell
convenience os the inhabitants. The Portico and
Vellibule arc adorned by the nobleness of the en-
trance )
loading ...