Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 45
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0067
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
?«t!

LIBRO SECONDO. 45

pallidezza, colore rortigno: quelle ultime son più serrate, clic le prime. Infra
queite ultime, quella sorte che è più rosslccia. , è più tenace. Infra quelle pri-
me , quella che è più pura, serve nel]' opere di lìucchi a fare ltatuettc, & cor-
nici più bianche. Predo a Rimini si truova gelso lodo, che tu credereiti che
forte Marino, o Alabastro; di quello ho io fatto segare con la sega a denti,
Tavole per impiallacciature commodilsìmc . Accioche io non laici indietro cesa
alcuna , ogni gelso, è di necessità romperlo, & tritarlo con martelli di legno,
tanto eh* e' si converta in farina , & serbarlo amontato in luogo alciuttislimo ,
bisogna adoperarlo pretto , & datali la acqua, subito metterlo in opera . Ma la
calcina per 1' oppolito non bisogna pestarla , ma bagnare le zolle coli intiere ,
& bisogna certo eh' ella si spenga aliai tempo innanzi, & con gran copia d' ac-
qua , prima che tu la metta in opera , & masiimo per metterla ne gli Intonichi :
accioche le e' vi furte; alcuna zolla , che non fusse dal fuoco cosi cotta à ballan-
za , con lo Ilare asilli in molle si risolva, & si liquefacela : Percioche quando
ella si mette di subito in opera, non bagnata, o spenta a bisogno , ella ha cer-
ti sasiblini in le aseosi , crudi, che con il tempo si corrompono, & gettano per
ciò dipoi certe cocciuole , onde il lavoro non viene pulito. Aggiugni che alla
calcina non bisogna dar una gran copia d' acqua a un tratto, ma bisogna si spenga
a poco a poco , bagnandola , & ribagnandola più & più volte , insino a tanto , che
ella al certo sé ne sia inebriata : di poi in luogo anzi che no humidetto , &
all'ombra, senza mescolarvi cosa alcuna, si debbe serbare fiietta, coperta sola-
mente di sopra , con poca rena, insino a tanto che per lunghezza di tempo più
liquidamente si lieviti. Et hanno trovato che la calcina con quello suo lungo
lievitarsi , acquilla grandissìma virtù. Io veramente ne ho veduta per antichilli-
mi, & abondantilsimi (Irati di quella , che è fiata lasciata abbandonata ( come
per molte conietture si vedeva manifello) per più che cinquecento anni; Et po-
co fa ritrovata, la veddì numida , & liquida & ( per dire cosi ) in modo matu-
ra , che di gran lunga superava la liquidezza del mele, & del midollo delle ol-
la . Et non è certo cosa alcuna , che si porti trovare più di quella commoda a
qual tu voglia uso : Vuole più rena il doppio sé tu la torrai cosi, che sé tu
la torrai di lubito . In quelle cose adunque la calcina , & il gesso non conven-
gono : ma nell' altre si bene. Lievala adunque subito dalla fornace , & mettila
all'ombra, & in luogo aseiutto, & poi ti bisogna spegnerla, perche sé tu la
serbalsi, q nella fornace ilertà , o altrove al vento, o alia Luna , o al Sole , &
massimq di Hate, si rjsolverebbe prellirtimamenre in cenere, & diventerebbe di-
sutile . Ma di loro sia detto a bailanza . E ne avertiseono che le Pietre non si
mettino nella fornace, s' elle non si spezzano in pezzi non minori che zolle :
lasciamo Ilare, eh' elleno più facilmente si cuocono, e' s' è trovato che nel me-
zo delle Pietre, & massimo delle tonde, sono alcuna volta certe concavitati,
nelle cjuali rinchiusa l'aria, arreca danni grandinimi: Percioche acceso il fuoco
nella fornace, egli aviene mediante o il fuoco, o pure il freddo, che vìi al-
lo indentro, che erta aria si rillringa , o pure che riscaldandosi finalmente ella
Pietra, la medesima aria si converta in vapore; Et £ certo ch'egli rigonfia, &
rompendo per ogni verso la prigione, in cui si trova, con seoppio , & impeto
grandirtimo le ne esee , & dillurba , & manda sozzopra tutta la malia della for-
n?c.e : &/ono alcuni che hanno villo nel mezo di Umili Pietre ell'ervi animali
vivi, si di altre diverse sorti, si ancora uno Verme , che ha la ftiena pilola, &
all'ai piedi, i quali certo sogliono arrecare alle fornaci molto danno. Ft loggiu-
gnerò in quello luogo alcune cose degne di memoria, vedutesi a tempi nollri ;
percioche noi non setiviamo quelle cose solamente alli artefici , ma alli itudioli
ancora di cose degne , perilche ci giova di mescolarci alcuna volta cole , che
dilettano, pur che le non sieno fuori di proposito, né discollo dalla intentione
nollra . A Papa Martino fu portata una certa serpe , trovata in Latio dalli scarpel-
lini nelle cave , che si viveva in uno certo gran sarti) voto dentro , & chi uso

in-
loading ...