Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 57
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0083
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile


con

LIBRO TERZO.

57

tata alla muraglia una volta , lasciarono essa cantonata quali che in modo d' un
pilastro a lato alla via , & 1' afforzificarono con Caldezza di opera , & con aiu-
to di un barbacane . Ma quella finalmente sforzata dalla gravezza di si grande
edificio , & mancandoli sotto il terreno , si pelò . Et di quelli sia detto a ba-
ldanza .

Che e si debbono lasciare Ssiatatoi aperti nelle mura grasse , da basso , ad alto ; è?
che disserentia sia intra il muro , & il sondamento, & quali sieno le farti
principali delle mura ; de tre modi del murare ; et della mate-
ria , cb* della sorma del primo ricinto a piano.

C A P. VI.

GIttati i fondamenti , ne segue dipoi il muro espedito. Né qui voglio lascia-
re in dietro quello che si appartiene si a riempire i fondamenti, si a fi-
nire ancora tutte le mura . Percioche ne gli edifici] grandi, dove la mole della
muraglia ha da edere molto grolla , si hanno a lasciare nel mezo delle grossez-
ze delle mura, da fondamenti insino al disopra, sfogatoi apeni, & spira-
menti non molto lontani 1' un da 1' altro , per i quali portino liberamente esa-
lare senza alcun danno della muraglia, i vapori che si fussero generati, & ra-
gunati sotto il terreno , sé alcuno per sorte ve ne fusse . Gli Antichi in certi
luoghi simili, si per amor di quella della cosa , si ancora per la commodirà ,
acciò si poterle salire da balio ad alto dell' edificio , & forsè ancora per (pende-
re manco, vi facevano dentro una scala a chiocciola. Ma torniamo a propolìto:
infra il fondamento, & il muro schietto, vi è quella differenza, che quello
aiutato da lati delle folle, può essere fatto di ripieno solo, & quello altro si
compone di molte parti, come io, dirò dipoi. Le parti principali del muro son
quelle da basso , che subito si cominciano ad alzare l'opra il ripieno de fonda-
menti . Quelle sé e' ci sarà lecito, chiameremo il primo ricinto tirato a piano,
o vero il ricinto rilevato da terra . Le parti mezane che cingono , & abbrac-
ciano il muro, le chiameremo il lecondo ricinto. Le parti da alto, cioè quelle,
che tengono 1' ultime impalcature, finalmente chiameremo cornici. Infra le
principali parti delle mura , o voglian dire pure le principali, sono le canto-
nate , & le adattatevi, o portevi pilallrate, o colonne, o qual altra cosa simi-
le si voglia , che in cambio di colonne sieno polle in luogo da reggere le tra-
vature, & gli archi delle volte; le quali cose vengono tutte sotto nome di
oliami. Sonci ancora gli ilipiti di qua & di Ih de vani , che son quasi della
natura delle cantonare, & insieme delle colonne. Oltra di quello le coperture
de vani, cioè i cardinali , o siano pur diritti, o pur tirati in arco , si annove-
rano ancora infra le ossa. Percioche io dirò che lo arco non è altro che una
trave piegata, & la trave non è altro che una colonna polla in traverso . Ma
quelle parti che sono interposte , & si truovano infra quelle principali, si chia-
meranno ragionevolmente i ripieni. In tutto il muro vi sono ancora alcune co-
se che si convengono a qual s' è 1' una delle parti , che noi riabbiamo raccon-
te, cioè il ripieno di mezo del muro, & le due seorze, o vogliamo dire cor-
teccie da amendue le parti , delle quali 1' una di fuori ha a ricevere i Soli , &
i venti, 1' altra di dentro ha a nutrire 1" ombra della pianta. Ma la regola
delle corteccie, & de ripieni è varia , secondo la varietà delli edificii . Le ma-
niere delli edisicii son quelle . Lo ordinario, lo amandorlato, & 1' incerto : &
C|uì farà alquanto a proposito il detto di Varrone , che dice , che i Tusculani
solevano fare le muraglie da Villa di Pietre ; ma in Gallia , di mattoni cotti ;
infra i Sabini, di mattoni crudi; in Spagna si facevano le mura di Terra, &
di Pietre. Ma di quelle ne tratteremo altrove. La muraglia ordinaria è quella,
nella quale le Pietre riquadrate, o vero le mezane, o più pretto le molto

H gran-

'
loading ...