Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 67
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0095
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
, con l'ar
: l '«re jn

LIBRO TERZO.

<57

egli è cosa alcuna che s' appartenga a qual sé 1' una di quelle ; accioche ri-
cognolciutola più facilmente sapppiamo quali cole si convenghino alle co-
perture di Pietra. Di quelte cole adunque discorreremo brevillimamente . Ma
faccia quello a nolfro proposito. Io non lodo gli Architettori di quelli tempi,
che per fare i palchi, lalciano in elsi odami delle mura, larghissìmi Iquarci di
buche , ne quali poi habbìno finite le mura a mettere le tette delle travi : On-
de il muro diventa più debole, & lo edificio ne diviene mal sicuro dal fuo-
co , per elter in que' luoghi aperte le vie al fuoco , da penetrare facilmente
ìieir altre danze. Per la qual cosa mi piacciono coloro infra gli Antichi ,
eh' ularono mettere nelle mura, fermiisime mensole di Pietra, (opra le quali, co-
me ho detto, polivano le tede delle travi : che sé tu vorrai con le travi incate-
nare le mura, non ti mancheranno spranghe , & catene di bronzo , & tacche,
che esehino sopra le mensole , le quali a simili cose userei commodamente. La
trave debbe elsere al tutto intera , & molto netta ; & sopra tutto per il mezo
della sua lunghezza, non debbe havere difetto alcuno. Polto l'orecchio a 1' una
delle teile di ella, sé percolsa più volte dall' altra riceverai le percosle lorde,
& ottuse; sarà inditio, che dentro vi sia aseosa infermitate. Le travi nodole
si debbono molto schifare, & massimo sé i nodi saranno spessi, & agruppati
in un monte. Quella parte del legno che è più vicina alla midolla, si pialle-
rà , accioche neh' opera ella stia di sopra ; ma quella parte, che debbe ltare
di sotto , piallisene fedamente per la superficie, nulla altro che la seorza ; & di
quella quasi o niente, o vero quanto sé ne può manco . Ma qualunche de
lati, che per il traverso vi sia difetto alcuno ; ponlo in modo, che egli dia di
sopra: sé per aventura per il lungo della trave fusse alcuno fello, non lo met-
tere mai da gli lati ; ma ponlo o di sopra , o più tolto di sotto. Se tu hai
per Ione a bucarne alcuna, o farvi intaccature, non la forare mai nel mezoj
& non fendere mai la superficie di sotto. Et sé come usarono nelle Chiese , si
porranno le travi a due a due, lascierai infra loro spatii di alquante dita, me-
diante i quali le esalino, accioche non si guadino riscaldando 1' una 1' altra ;
& (ara molto utile , ad ogni coppia, porre esse travi al contrario 1' una de
1' altra , accioche le tede di amendue non llieno sopra un medesimo posare ; ma
dove 1' una ha la teda , habbia 1' altra in quel luogo il piede . Imperoche in
quedo modo, con la fortezza della teda, si soverrà scambievolmente alla de-
bolezza del piede . Et biibgna che esse travi sieno parenti, cioè d' una medesi-
ma sorte di legnami, & di una medesima selva creseiute, & elpode sé gli è
pollibile alla medesima regione del Cielo : & tagliate in un medesimo giorno :
Accioche con uguali forze di natura, faccino uguale osficio. Fa che le polle
delle travi sieno ben spianate, talmente che qual sé 1' una, sia salda, & fer-
missima ; guardati nel porre delle travi, che il legname non tocchi punto di
calcina, & lasciali intorno intorno spiragli liberi, & aperti, accioche non si
guadi per esiere tocco da cosa alcuna, o rinchiuso s' infracidi. Per letto delle
travi, dillendivi sotto o la felce herba molto alida, o carboni, o morchia più
rodo con sansa. Ma sé gli alberi saranno in modo cotti, che tu non polla
d| un solo troncone fare una trave d' un pezzo, commetteranne insieme più
d' una, talmente che habbino in loro maggiore forza, cioè che la linea di so-
pra della annedata trave, non polla per aggravamento di peso mai diventare
minore: Et per 1'opposito la linea di sotto, non polla diventare più lunga:
Ma dia quasi, come una corda, con nervoso legamento a fermar gli adattati
tronchi, che i\ spingono con le tede 1' uno con 1' altro . Le piane poi, & tut-
to il redo del legname, sarà lodato , & approvato dalla sincerità, & dalla
laidezza delle travi : Percioche e' si fa di travi segate. Non pensano, che le
adi di legnami troppo serrati sieno commode; percioche quando le comincie-
ranno a torcerli, gitteranno via i chiodi , & le assi sonili, & massimo nelle
impalcature, che hanno a ftare allo seoperto, vogliono, che si conficchino eoa

1 2 chia-
loading ...