Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 93
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0127
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO QUARTO, pJ

sendo rincalzare dal letto del fiume, ripieno di rena. Il che ossendo coti, è di
necelsità, che quelle parti per tutto l'edificio sieno gagliardissime, & fortilTìme
a reggere contro gli impeti delle acque. Sarà dunque molto a proposito , che
elso edificio sia molto a fondo , & con gran fondamenti da ogni banda , &
massimo verso la poppa, insino a tanto che per qual si voglia accidente an-
datatene una parte del fondamento, ve ne reilino tante, che sieno ballanti a
reggere il pelo de le Pile, Et innanzi tratto gioverà grandemente, ancora che
da principio tu habbi cominciato a situare le baie rie Ja più alta parte del let-
to del fiume, che le acque, che vi palsano sopra , non vi caschino rottamente
come in un precipitio; ma sdrucciolino facilmente, come per un dolce pendio,
Percioche 1' acqua, che cade precipitosamente, commove il fondo , & qui fatta
più torbida, porta via le cole smosse, & continovamente cava sotto tali luo-
ghi. Faremo le Pile di Pietre lunghissìme, & larghisiime , che di loro natura
resiiìono a diacci, & che non infracidino per l'acque ; né per altro accidente
facilmente si risolvino, né sotto il peso si fiacchino : Et si mureranno con ogni
diligentia secondo il regolo , il piombino , & 1' archipenzolo , non pretermet-
tendo per lo lungo alcuna collegatura, & per il traverso con commettiture che
scambievolmente leghino l'una 1' altra, lasciando da parte ogni ripieno di sassì
minuti. Aggiugnerannovisi ancora molto spcssì & perni, & spranghe di bron-
zo , appiattate, & acconce di maniera ne luoghi loro, che le Pietre per esse
buche non diventino deboli ; ma con si fatte sprangature stieno ferme. Et
tiriti tale opera in alto con arnendue le tede elevate angularmente & da prua,
& da poppa ; di maniera che le fronti de le Pile sopravanzino sempre le pie-
ne maggiori. Sia la grossezza de le Pile, per la quarta parte de l'altezza del
Ponte. Et sono flati alcuni che non hanno terminate le poppe, & le prue di
cosi fatte Pile con angoli ; ma con un mezo cerchio , credo io , per conto de
la venustà di tale lineamento. Et ancorché io habbia detto che il cerchio hab-
bia forza di angolo, io appruovo più torto in quello luogo gli angoli, pur-
ché e' non sieno tanto appuntati, che spuntati da ogni piccola moleilia sie-
no guasti. Piacerannomi ancora quelli, che saranno fatti in cerchio, le e' sa-
ranno talmente spuntati, & bistondati, che e' non sieno lasciati ottusi , di ma-
niera che si contraponghino a la molerta preltezza, & impeto de le onde.
Haranno le Pile ragionevole cantonata sé ella sarà in tre quarti d' uno angolo
retto; & sé quella non ti piacesse , fa eh' ella n' habbia duo terzi. Et quello
baiti quanto a le Pile . Se per natura del luogo noi non haremò i fianchi de
le ripe cosi fatti, come desidereremmo ; faremoli nel medesimo modo de le Pi-
le ; & a ultimo de le ripe faremo altre Pile, & tireremovi alcuni archi ne
lo stessb aseiutto terreno , accioche sé per aventura per la continovatione de le
onde, & de le piene , in successb di tempo, si levasse via parte de la ripa ;
con l'havere allungato il Ponte nel terreno, ti rimanga pur libera la strada.
Le volte, & gli archi, si per conto de le altre cose, si per i crudeli, & con-
tinovi intronamenti de carri, bisogna che sieno fortissime, & gagliardissime.
Aggiugni che alcuna volta havendosi a tirar sopra detti Ponti pesi lmisurati di
Cololli, o di Aguglie, o limili ; non ti intervenga come intervenne a Scauro
nel far tirare quella soglia di Pietra , che i Ministri pubblici habbino ad haver
paura de danni fatti . Et per quello conto il Ponte & di disegno , & di o-
gni sorte di lavoro si debbe accommodare in modo contro le spesse, & con-
tinove scolse de carri, che e' duri eternalmente. Che i Ponti vorrebbono el-
ser fatti di Pietre molto grandi, & saldissime, ce lo dimostra facilmente la
ragione con lo esempio de la ancudine , la quale sé in vero è molto grande,
& grave, sortiene facilmente i colpi de martcgli ; ma sé ella è leggiere , ri-
salta per i corpi , & si commuove. Noi dicemmo che la volta era fatta di
archi, & di ripieni ; & quello arco esser il più forte, che era d'un mezo
cerchio, sé per la disposiuone de le Pile il mezo cerchio si rileverà tanto ,

che
loading ...