Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 94
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0128
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
j,4 DELLA ARCHITETTURA

che tale rilievo ti offenda , tiseremo l'arco scemo, afforzisicati i fianchi de |e
ripe con farli più groisi . Qualunque arco si voglia finalmente, che harà a i|arc
per tetta di esse volte , bisogna che sia di Pietre durissime, & grandilsinie ; non
altrimenti che quelle , che tu harai polle ne le Pile . Et in detto arco non vj
saranno Pietre più sottili, che almeno non corrispondino con la loro grettezza
a la decima parte de la sua corda. Né sarà la corda più lunga , che per lei voi!
te quanto è la grossezza de la Pila , né più corta che per quattro . Et com-
mettinsi insieme quelle Pietre ad arco con perni, & spranghe di bronzo gallar,
chinine . Oltra di quello l'ultima Pietra ad arco, che e'chiamano il serraglio
sarà ridotta da lo (carpello a la misura de le altre Pietre ad arco , & ancora
da l'una de le tette sata lasciata alquanto più grotta, accio non vi si polla met-
tere , sé non per forza, & con mazzapichiarla leggiermente. Pcrcioche in
quello modo le altre Pietre ad arco di sotto, più rittrettamente serrate insieme
gagliardamente , & lungo tempo staranno ne Io officio loro . Tutti i ripieni
dentro si murino di Pietre ; di maniera che non sé ne polla trovare alcuna
più salda, & di commettiture di sorte, che non sé ne truovi alcuna più stret-
tamente congiunta . Et sé nel fornire ì ripieni, tu non havessi tanta abondan-
tia di Pietre forti, non ricuserò de le più deboli in caso di nccessità , pur che
per tutta la stierta de la volta non si mescoli ne serragli cosa alcuna, sé non
Pietre forti. Rettaci a lastricare tal lavoro. Non si debbe manco assodar il
terreno a Ponti, che a le vie da durare eterne, & si debbe alzare di ghiaia
sino a la altezza di tre quarti, dipoi dittendervi sopra le Pietre, con riempitura
di rena pura di Fiume, o di Mare . Ma il vano sotto il lallrico de Ponti, li
debbe riempiere, & pareggiare di pezzami , sino a la altezza de suoi archi ;
dopo quello , quel che tu vi lastricherai sopra , assetteralo con la calcina. Ne
le altre cose che restano , si deve avere uguale rispetto a l'una, che a l'al-
tra ; conciona che da gli lati con fortissima muraglia , si affortificheranno , e
si laltricheranno con Pietre, né piccole, né frombole atte a voltarsi, che con
ogni poco di spinta si smuovino; né anche con Pietre tanto grandi, che le
beltie habbino, come sopra cosa lubrica cominciandovi a sdrucciolare, pri-
ma che le truovino fetture dove possmo fermare 1' unghia, a cadervi . Et ve-
ramente importa molto di che Pietre si lastrichino ; hor che pensi tu che aven-
ga il lungo, & continovato consumamento de le ruote , & de le bestie ; poi
che noi veggiamo che le formiche in esse selici, con il pallare de lor piedi,
vi hanno ancor ette scavato il loro cammino ? Ma io ho considerato che gli
Antichi in molti luoghi , & ne la via ancora che va a Tiboli, lallricarono
il mezo de la strada di selici, & i lati da le bande copersono di ghiaia mi-
nuta . Et quello fecero, accioche le ruote vi facessero manco danno, & i
piedi de le beltie vi si attaccassmo meglio. In altri luoghi, & massimo su
per i Ponti, accanto a le sponde feciono andari con Pietre rilevati , che ser-
vilsino per i pedoni; & ]a parte del mezo binarono a carri, & a le bellie.
Finalmente gli Antichi in limili opere lodarono molto la selice , & infra le
selici , quelle, che havevano più buche, o più felli ; non perche le rullino
più dure , ma perche manco vi si Idrucciolava sopra. tiseremo adunque qual li
voglia Pietra, secondo che ne haremo abbondanza, pur che si Iceglino le più du-
re ; con le quali almeno si lastrichi quella parte de la via , la quale è pia
battuta da le bestie ; & la più battuta da quelle , è la più pari, condola
che sempre fugghino quelle parti che pendono . Et pongasi, o vuoi selice, o
qual altra Pietra si voglia, grotta tre quarti di braccio, & larga al manco u"
piede con la faccia di sopra piana, congiunta 1' una con 1' altra, che non <"
ila felsura alcuna, colmandovi la strada ; acciocché raccoltevi le pioggie ic°r;
rino via. Il modo di colmare le ttrade è di tre sorti; condotta che i pcn™
saranno fatti o inverso il mezo de la strada ; il che s' aspetta a le lh"acle
più larghe, o vero da gli lati, che impediseono manco le vie più ilrette; °
loading ...