Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 122
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0156
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile


Ili

DELLA ARCHITETTURA

basso d' una fossa ; percioche egli haranno manco occasione di inghiottirlo tutto
a un tratto, & non manderanno giù le granella intere , & oltra quello diven
leranno di muscoli, & di petto, più gagliardi, & più robusti. Sopra tutto biso!
gna guardarli, che il muro de la mangiatoia, dove ha a Ilare volta la fronte"
del cavallo, non Ila humido ; il cavallo ha il cranio del cervello lottile , che
non può l'offerire né 1' humido , né il freddo, & però guardati che per le fine.
stre non vi entrino i raggi lunari. La Luna sa diventare gli occhi bianchi &
induce gravilsima torta : a le pecore inferme i raggi de la Luna sono come pe.
{le. A buoi poni le mangiatoie più basse , che pollino lfando a diacere, ruiiu.
mare. Se i cavalli guarderanno il cammino, diventeranno horridi. 1] bue ha.
vendo al dirimpetto gli huomini, si rallegra. La mula che (là in luogo caldo
o olcuro , impazza. Sono alcuni che penìano che la mula sia assai coperta dal
tetto , sé ella harà coperto il capo ; & 1" altre parti non dà noia che sieno et
polle al sereno , & al freddo . Lo spazzo sotto i buoi lallricalo di Pietre , ac-
cioche per lo sterco, & per la ribalderia , non le gli infracidi le unghie. Sot-
to a cavalli farai una folla ne lo ammattonato , & cuoprila di assé di leccio
& di rovere, accioche e' non vi si generi per 1' orine una fanghiglia, né per
il troppo zappare de piedi si guadino 1' unghie, & il pavimento.

Che la inditjlria del sattore di Villa Jt debite esercitare tanto circa
quanto circa le Ricolte , & circa il sar 1' Aia.

CAP. XVI.

Bejliami}

Diremo brevemente che la industria del fattore non si esserciterà fedamen-
te in raccorre le cose, che sono ne campi, ma innanzi ad ogni altra co-
sa si ingegnerà che i bestiami, gli uccelli , & i pesci gli fruttino . Poni le dal-
le per gli Armenti in luogo asciutto, & non humido, bevane ogni minimo
sallo di sotto , & fa che le pendino , accioche le si portino votare , & nettare
facilmente : cuoprine una parte di loro , e una parte ne lascia a lo scoperto,
& ordina che i venti Australi, o qual altro vento humido si voglia, non per-
cola la notte le pecore, & che non vi tirino ancora altri venti troppo mole-
sti . I luoghi, dove hanno a Ilare rinchiusi i conigli, favvi un muro di Pietre
riquadrate insino al fondo de 1' acqua : in lo spazzo favvi un l'uolo di sabbione
maltio, lasciando in più , e più luoghi alcuni monticelli con terra da sapone.
Fa che le galline habbino nel cortile loro un portico volto a mezo giorno,
spartovi sotto di molta cenere, & sopra detto portico il luogo per i niJii, &
le Mangile da dormirvi sopra la notte . Sono alcuni che vorrebbono che le gal-
line si tenertino rinchiuse in un gran circuito che forte volto a levante, ma
quelle, che si tengono per haver de 1' uova, & de pulcini, si come le so-
no più allegre per la libertà, cosi ancora sono più feconde . L'uova nate a lo
seuro, & in luogo rinchiuso sono più seiocche. Porrai la colombaia , che la
vegga 1' acqua, & non la porre troppo alta , ma coli a modo, accioche i
colombi ilracchi dal volare , quali con 1' alie scherzando liete , s' allegrino sduc-
ciolarvi ad alie chiuse. Sono alcuni che dicono , che le colombe preli i lerol
de la campagna, quanto più fatica & viaggio haranno a fare a portarli a lor
figliuoli, tanto più gli faranno grossi : Et quello perche i semi portati nel goZ'
zo per nutrire i figliuoli, con lo llarvi assai, divenreranno mezi cotti, & Per
quello pongono le colombaie buone in luoghi altissimi. Et forsè pensino che
giovi assai che le colombaie sieno lontane da le acque, accioche giugnendovi,
i colombi non raffreddino 1' uova con i pie molli. Se a la cantonata de la
torre tu vi rinchiuderai un gheppio, diventerà tal colombaia sicura da gli u,c
li di rapina. Se tu naseonderai in su l'entrata un capo di lupo, gittatovi l°Pra
del cimino rinchiuso in uno orcio fello , che getti fuori puzzo ; per tal cola

vi
loading ...