Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 151
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0197
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
'pie-

LIBRO SESTO.

«5»

que-

questo che la Ritonda in Roma era coperta di piassre di rame adorate. Et Papa
Honorio, quello (dico) al tempo del quale Maumetto ordinò a lo Fgitto , &
a la Libia nuova Religione , & nuovi sacrificii, coperse la Gliela di San Pie-
tro tutta di tavole di rame. La Germania rilplende per i tegoli invetriati. In
molti luoghi usiamo il piombo, opera certo atta a durare aliai, & ibpratutto
ha del gratioso, & non è di grande spesa , ma e' si arreca dietro quelle incom-
modità , che le egli si mette in calcina per non potere respirare da lato di l'otto,
ribollendo quelle Pietre l'opra le quali egli è pollo, per il fervore del Sole, si
llrugge . Faccia quello a noltro proposito, del che polliamo fare esperienza: Se si
mette un vaso di piombo a fuoco pieno d' acqua non si strugge, ma mettivi una
pietruzza dentro subito, per esser tocco si liquefa & si fora. Oltra a che non
elsendo egli confitto, o sprangato per tutto, è facilmente consumato da ven-
ti . Oltre a quello ancora si consuma & si guaita preilo da la salsedine de le
calcine : ma si accommoderà meglio in su legname , sé già tu non hai paura
del fuoco, ma in quello luogo sono scommodistìmi i chiodi, & massìmo di
ferro, conciona che ribollono & s' infiammano più che le Pietre, & si consu-
mano all' intorno di ruggine, & per quello (opra volte debbono elsere le
spranghe, & i perni di piombo, accioche col saldatoio di ferro rovente si
fermino nelle piastre di piombo, bisogna che vi si faccia sotto un piano di ce-
nere di (alci, lavata, mescolata con terra bianca, i perni di rame manco si
infiammano, & manco offendono con la ruggine. Il piombo imbrattandoli di
lterco, si guada, & però bisogna avertire che non vi sieno luoghi dove gli
uccelli pollino commodamente posarvisi, o sé pure vi si hanno da ragunare
uccellami , mettali materia più serrata dove si ha a ragunare lo Aereo. Dice
Eusebio che in cima del tempio di Salamone erano Hate mede certe catene ,
da le quali (penzolavano quattrocento campanette di bronzo , per il suono de
le quali gli uccelli si fuggivano. Ne tetti ancora si adornano i frontispicii, & le
gronde, & le cantonate, mettendovisi palle, fiori, ilatue , carrette, & limili cose ,
de le quali membro per membro tratteremo a luogo loro. Al presente non ci
soviene d' altre , che si aspetti a trattare de gli ornamenti in genere , le non
che secondo 1' opere si menino in luoghi accommodati quelle cole, che più sé
gli confanno .

Che gli ornamenti de mani dilettano assiti, ma che hanno molte, & 'varie incommo'

dita, CT" dissìcttltà , cb* the i mani sinti sono dì due forti, & quel

che si consaccia a l' una, & a l'altra.

C A P. XII.

C"> Li adornamenti de vani arrecano all' opera & dilettatione, & grandezza non
I piccola, ma hanno molte gravi, & grandissìme difficultati, a le quali non
si provede senza grandisslma diligentia del maestro, & grasia (pe(a. Percioche
egli vi è di bisogno di Pietre grandi intere, uguali, eccellenti, rare, le quali
cose non si trovano cosi facilmente tutte, né facilmente si maneggiano, dirizza-
no , lavorano, o mettono insieme , secondo il tuo parere a punto. Cicerone
usava dire , che gli Architettori dicevano, che e' non si poteva piantare una
colonna, che stesi'e a piombo, il che ne vani è oltra modo neceuario si quanto
a la (labilità, si ancora quanto a la gratia . Sonci ancora de le altre incommo-
dità , ma a tutte per quanto si diilenderà 1' ingegno nostro , provvederemo. Il
vano naturalmente è aperto , ma alcuna volta si fa dietro ad un vano un mu-
ro , come s' appicca la pelle ad una velie, & si finge uno vano non aperto,
ma chiuso , il quale non male perciò chiameremo un vano finto : quella sorte
d' ornamento fu, si come la maggior parte di tutti gli altri ornamenti, per far
1' opera più gagliarda , & per (pender manco, primieramente trovata da legnaiuo-
li»
loading ...