Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 192
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0294
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile




i9s DELLA ARCHITETTURA

Di nutrii modi de fepolcbri, & del seppellirc.

C A P. II.

E' Mi giova certamente di non lasciare in quello luogo indietro quelle cose
che mi pare ci sieno da dire circa i modi de sepolchri ; conciona che e'
pare che quali si accollino allo essére edificii publichi, percioche e' si consacn.
no alla religione. Dove tu hai a sotterrare i morti, dice la legge, fa che vi (à
{aerato : & noi facciamo la medesima profettìone , ciò è che le cole de sepolchri
si appartenghino alla religione. Per tanto dovendovi la religione anteporre a
tutte l'altre cose , io penso, che sia bene, ancor che le sien cose appartenenti
a privati, trattar prima di loro, che pattare a trattare de le cose publiche seco.
lari. Ei non è flato mai in alcun luogo gente tanto efferata, che non riabbia
giudicato che e'sia bene usare i sepolchri, eccetto che alcuni Ichtiofagi, de'
quali si dice, eh' erano soliti a guisa di barbari , nell'ultimo de la India gitta.
re i corpi de morti loro nel Mare ; asfermando eh' egli importava poco che i
detti corpi si consumassero col fuoco, o con 1' acqua . Gli Albani ancora tene,
vano che fusse cosa brutta tener cura de morti : & i Sabei tenevano cura de'
corpi morti come de lo Aereo, anzi usavano gittate ne luoghi de le brutture
ancora i corpi de loro Re . I Trogloditi legavano il capo, & i piedi del mor-
to insieme, & con celerità lo conducevano fuori ridendo & scherzando, & sen-
za haver rispetto più ad un luogo, che ad un altro lo sotterravano, & pone-
vanii a la testa un corno di capra. Ma chiunche harà dell' humano, non lo-
derà costoro ; altri si appretto de' Greci , come ancora appretto degli Egittii
tisarono di fabbricare sepolchri non pure a corpi de gli amici loro , ma a no-
mi ancora, la qual pietà veramente è lodata da ciaseuno . Ma io penso che
principalmente meritino più lode appretto de gli Indiani coloro , che dicevano
che quelle erano rimembranze eccellentissime, le quali si mantenevano laiciste
nella memoria de poderi ; & coloro ancora che celebravano i mortorii de gli
huomini lodatissìmi non con altra cosa, che con il cantare le lodi di quegli.
Ma io giudico che sia bene che s' habbia a tener cura ancora de corpi mora
per rispetto di coloro , che rimangono in vita . Oltre a che egli è manifello
che i sepolchri giovano grandemente a dare notizia a posteri de le cole pallate.
I nollri Antichi usarono di fare statue & sepolture a spese del publico, in ho-
nore di quegli che havevano sparso il sangue, & metta la vita per la RePn-
blica per rendergliene condegno guiderdone, & per inanimire gli altri a una
iìmil gloria di virtù, ma forsè feciono flatue a molti, & sepolchri a pochi:
perche e' conoseeano che quelli si guadavano, & rovinavano per lo invecchiar-
li. La sintila de sepolchri, diceva Cicerone, è talmente congiunta con ella ten»i
che per colà alcuna non si può ne Cancellare , ne muovere. Percioche riaven-
do 1' altre cose fine , i sepolchri come cosa sacra durano eterni ; & consacravaW
i sepolchri alla Religione, havendo, s'io non mi inganno, in conlideratione ai
fare, che la memoria di quello huomo , che ei davano in protettione alla mu-
raglia , & alla (labilità del terreno, fusse difesa da la riverentia, & da la <f
ligione de li Dii, accioche lungo tempo si mantenere illelà da la violenM
le mani de gli huomini . Di qui nacque che mediante la legge de le dodici
vole non si poteva usurpare il vestibolo, ne la entrata de sepochri pes u" '
prii : oltre a che ci era la legge per la quale era adeguata grandidm'a Pcn
chi violatte i corpi abbruciati , o facctte cadere, o rompesse pur una c0°
de sepolchri : finalmente appretto a tutte le nationi ben coflumatc è nata
sanza di fare i sepolchri; fu tanta la diligenti.!, & la cura de sepolchri api*^
de gli Atheniesi , che sé alcuno Capitano Generale rcn bavette Prccu"t0n,e,
coloro, che sussino morti in guerra, non si fussino sotterrati honorata"' ,
gliene andava la tetta. Appretto a gli Ebrei era una legge che ordinavi


loading ...