Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 197
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0301
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO OTTAVO.

'97

getti infra loro non uguali, & quelli (taglioni non saranno tutti insicme , né più
alti che il quarto, né più bassi che il sello , de la altezza del loro piedilhllo, & nel
piediitallo che gli hanno sopra , vi si aprirà una porricciuola con adornamenti o
Dorici , o Ionici, come ti dicemmo di quelli de Tempii ; ma in 1' altro piedi-
stallo , più alto, si collocheranno gli Epitaffi, & si (colpiranno una moltitudine di
spoglie : ma (e e' si metterà cola alcuna infra 1' uno piediitallo & 1' altra, si farà al-
ta per il terzo de la sua larghezza , & in quello spatio si sculpiranno di balso ri-
lievo (fatue, come sono quelle Deeallcgre, la Vittoria, la Gloria, la Fama, la Abon-
dantia , & simili. Furono alcuni che incroslarono il zoccolo di sopra a" una co-
perta di rame dorato . Finito il piediitallo, & la baia, vi si rizzerà sopra la colon-
na alta per sette de suoi diametri, le la colonna sarà grandissima facciasi da la
teda di sopra il decimo più (fretta, che da la teda da balso: ne l'altre minori
si tenga quella regola che noi insegnammo nel Dallato libro . Sono (lati alcuni
e'hanno fatto colonne alte cento piedi, & le hanno intorno intorno adornate
di statue, & d'hislorie, & dentro vi hanno lasciate scalc a chiocciole da potere
per else salire sino in la cima . Sopra cosi fatta colonna me (Tono un capitello Do-
rico , levatone l'aggiunta del collo ; sopta la cimala del capitello ne le colonne mi-
nori , posono l'architrave, il fregio, &c la cornice, atorno atorno pieno di ador-
namenti ; ma ne le colonne grandi quelle cose si lasciano (lare, conciosia che non
si troverebbono pezzi di pietre si grandi, né cosi facilmente vi si porrebbon so-
pra . A le piccole, & a le grandi sopra il capitello si mette un zoccolo che ser-
va per posare, & per imbasamenro sopra il quale habbia a (tare la statua. Se que-
llo zoccolo, o imbasamento sarà per aventura un zoccolo quadrato, non ecceda
per niente con i suoi canti la grolsezza de la colonna ; ma sé e' sarà tondo,
non varchi con la sua grolsezza le linee di detto quadrato. La grandezza de la
statua sarà per il terzo de la sua colonna. Et de le colonne sia detto abailanza.
Nel fare de le Moli gli Antichi le disegnarono in quello modo. Primiera-
mente si rilevavano da terra con uno imbasamento quadro , a guisa di quelli
del Tempio, dipoi alzavano le mura non manco che per il sedo, & non più,
che per il quarto de la lunghezza de la pianta : non si adornavano quelte
mura sé non o da alto, o da balso, o alcuna volta su le cantonate; o ve-
. ramente si facevano, oltre a quelli, certi colonnati ne le mura attaccati. Ma
quando non si mettevano ornamenti sé non su le cantonate, all'hora tutta
V altezza del muro si divideva, eccetto però i rilievi de gradi, in quattro par-
ti , de le quali le ne alsegnavano tre a la colonna con il capitello, & con la
basa : ma quella parte ultima di sopra si alsegnava a gli adornamenti, cioè a
lo architrave, fregio, & cornice, & quella parte si divideva di nuovo in sedi-
ci parti, cinque de le quali sé ne alsegnavano a lo architrave, & cinque al
fregio, & sei a la cornice con la sua cimasa a onda : ma quello che rimane-
va lotto l'architrave sino a lo imbasamento, si divideva in venticinque parti,
tre de le quali sé ne alsegnavano a la altezza del capitello, & due a 1' altez-
za de la basa, & quel che rellava nel mezo, a 1' altezza de la colonna ; &
ne le cantonate sempre si facevano simili colonne quadrate : a la basa fa-
cevano un solo mazzocchio grolso de la metà de l'altezza di tutta la basa.
La colonna da basso in cambio di collarino haveva i medesimi dilegni ne suoi
aggetti che il dacapo : la larghezza de la colonna in quella opera, era per il
quarto de la sua lunghezza. Ma dove il muro era pieno di ordini di colonnati,
all'hora quelle colonne quadre, che erano ne le cantonate, erano grolle per il
sello de la lor lunghezza . Ma dell'altre colonne giù per il filo de le mura, &
de i loro adornamenti si cavano le misure da dilegui di quelle de Tempii . In-
fra queita sorte di colonnati , & quella altra, che poco fa dicemmo , ci è que-
lla disserentia che in quella prima sorte , da cantonata a cantonata de la mu-
raglia , si tira per il lungo del muro sotto l'architrave, il collarino, & il
mazzocchio del da capo de la colonna & del dapiede ancora : il che non si

fa

,J
loading ...