Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 203
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0315
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO OTTAVO.

203

quanto la via : le pile si faranno infra loro di numero, & di grandezza uguali-,
& saranno grolle per il terzo del vano. Le cantonate, o punte de le pile, che
sporgeranno incontro a lo impeto de le acque, sieno per la metà de la lar-
ghezza del ponte, & siano tanto alte che sopra avanzino a le piene de le ac-
que. Le punte de le pile che sono secondo il corso de le acque, sportino in-
fuora altrettanto , né (1 disconverranno nondimeno sé elle saranno spuntate , o
quali bistondate, & mi piacerà che per sostenimento de le teste , o coscie de
ponti da lo lato di sopra, & da quello di sotto si rilievino barbacani per
reggere più gagliardamente le teste del ponte , la grossezza de' quali da ballò non
occupi manco che per i duoi terzi de la larghezza de la pila : gli archi de' va-
ni con tutte le teste daranno fuori de la acqua, i disegni de' quali si caveranno
da lo architrave Ionico, o più presto Dorico, & si faranno grassi ne' ponti gran-
di non punto manco che per la quindicesima parte di tutto il vano de 1' arco.
Per fare la sponda del ponte più gagliarda , scompartirai a linea & a piano al-
cuni scompartimenti quadri, sopra i quali sé e' ti verrà anco bene, potrai riz-
zare colonne , acciò pollino bisognando reggere uno tetto : la altezza de le
sponde con il zoccolo, & con la cimasa sata due braccia; & infra l'uno zoc-
colo , & l'altro , overo fra 1' uno piedistallo , & 1' altro metterai ladroni per
ritto, overo muro: l'uno, & l'altro di quelli habbia per cimasa una goletta,
o più tolto una ondetta , tirata per tutta la lunghezza de la sponda : il zocco-
lo da piede corrisponderà parimente a la cimasa. Saranno quei duoi andari di
qua, & di là, che mettono in mezo la strada di mezo del ponte, fatti perche
vi vadino le donne, & i pedoni, duoi scaglioni più alti, che quella via del me-
zo , la quale per amore de le cavalcature si lastricherà di selici : 1" altezza de le
colonne con gli ornamenti sarà quanto la larghezza del ponte . Il riscontro de le
vie, & la piazza sono differenti solamente ne la grandezza ; conciosia che il ri-
scontro de le vie non è altro che una piazza piccola. Comandava Platone
che ne' riscontri de le vie , vi fussino spatii, & larghezza, acciò vi si ragunassì-
110 le balie con i putti, & vi (tedino insieme. Et credo che ciò fulse si per-
che i putti dando a la aria diventassino più gagliardi, si accioche le balie ve-
dendosi l'una 1' altra diventalTero più pulite, & più dilicate , & fulsino manco
negligenti ad errare ritrovandosi insieme tante, che osserivano una medesima
cola. Certamente, che & ne la piazza , & nel riscontro de le drade sarà orna-
mento non piccolo le vi sarà una bella loggia, sotto la quale i vecchi padri
dieno o sedendo , o palleggiando il giorno, o a farsi scambievolmeme servitii
l'uno a l'altro. Oltre a che la prelentia de padri spaventerà, & raffrenerà la
icherzante gioventù nel redo de la piazza da ogni malignità, & da ogni
sciocchezza in che trascorre la età giovanile. La piazza ne sarà una dove lì
maneggi oro , & argento , 1' altra per gli herbaggi, V altra per i bediami, &
un'altra per legnami, & simili : a le quali si aspettano ne la Città & luoghi,
&'ornamenti determinati : ma quelle dove si ha maneggiare 1* oro & 1' argen-
to , bisogna che sia eccellentissmia sopra tutte le altre . I Greci facevano il mer-
cato quadrato, & lo acerchiavano con logge grandissime, & doppie adornando-
lo con colonne , & architravi di Pietra, & sopra le logge facevano terrazzi da
palleggiare . Appresso a nodri Italiani il mercato era un terzo più lungo che
largo . Et perche secondo 1' usanza de gli Antichi in tal luogo si vedevano e-
sercitarsi i giuochi de la Scherma, vi si mettevano le colonne più rade, & in-
torno a le logge erano gli argentieri, & i banchi, & sopra il primo piano si
facevano i terrazini fuori del diritto de le mura da poter vedere gli schermido-
ri, & i magazzini che havellìno a servire per 1' entrata del publico . Qiieste e-
rano quelle cose che egli usavano di fare. Ma noi loderemo ancora quel mer-
cato , che sia il doppio "più lungo che largo, & è conveniente che la loggia,
che vi si farà atorno, corrisponda con alcune misure a la piazza, che vi reità a
lo scoperto, accioche ella non paia troppo grande, essèndo le logge troppo bas-

C e 2 sé,

Jms
loading ...