Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 208
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0328
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
- -,—

10$

DELLA ARCHITETTURA

con linee torte. Quelli che si servivano de le lince diritte, le tiravano ■
fra loro equidistanti insino a tanto che aggiugnessero alla quarta parte T<
diametro del mezo cerchio ; Ma quelli che si servivano de le linee torte d r
gnavano un cerchio tondo, & ne levavano dipoi il quarto de la sua circunfc"
rentia , & quel che rimaneva, restava per il Teatro. Disegnati & collocai' •
termini de la pianta, si dava ordine a gradi per sedere, & la prima cola del''
beravano de la altezza di essi gradi, & da la altezza loro andavano esaminand"
quanto spatio e' fulsino per occupare da basso. La maggior parte facevano i Tea
tri alti per quanto era la piazza di mezo, perchè e' sapevan certo che ne Te,
tri più bassi le voci si perdevano & non si sentivano , ma ne più alti si invaghir,
divano & si sentivano più forte. Ma infra gli eccellenti furon quelli ne quaj;
furono alzate le mura per i quattro quinti de la larghezza de la piazza. Di
cosi fatto lavoro non occuparon mai i gradi manco che la metà, né più che
i duoi terzi . I gradi da sedere alcuna volta gli feciono alti quanto egli erano
larghi, or. alcuna volta alti per i duo' quinti. Io ne disegnerò uno come io
pentirò che egli stesse bene, & che e' fusse approvato da ognuno . Gli ultimi
fondamenti de gradi, cioè de le mura , nelle quali harà a finire il più alto
grado da sedere , si getteranno tanto diseosto dal centro del mezo cerchio, per
quanto sarà il mezo diametro de la sua piazza, & più un terzo di elsa . I pri-
mi gradi da sedere non comincieranno giù abassb nel mezo de la piazza; mi
in tal luogo si alzerà un muro , alto ne Teatri grandi per la nona parte del
mezo del diametro de la piazza di mezo, accioche da quello comincino i gra-
di da sedere , & vadino salendo ad alto : ma ne Teatri minori alzerai quello
muro non manco di sette piedi. I gradi farai alti un piede & mezo , & larghi
duoi & mezo. Infra quelli gradi si faranno seompartite in volta parte certe en-
trate per andar nella piazza, & parte certe scale per salire ad alto, che vadino
a trovare i gradi da sedere, che saranno più alti : le quali entrate & scale li-
ranno tante, & tanto grandi quanto parrà che ricerchi la grandezza del Teatro.
Ma di quelle entrate ne saranno sette principali che saranno addiritte al cenno,
& espedite per tutto ; & ugualmente lontana 1" una dall' altra , & di quelle in-
cora ce ne sarà una più larga che l'altra, la quale verrà nel mezo del mezo
cerchio , & la quale io chiamo entrata maestra , conciosia che per essa palla la
via maestra ; un altra poi ne sarà nella testa del mezo cerchio da man ritta,
& un' altra nell' altra testa da mano sranca a ricontrole , & infra quelle poi k
la entrata maestra saranno seompartite quattro altre entrate, due da ogni ban-
da : Sarannovi ancora altre aperture & altri vani tali, & tanti, quali & quin-
ti ne comporterà il circuito del Teatro . Tutti i gradi da sedere gli Antichi n<
Teatri grandi gli divisono in tre parti, & a ciaseuna di queste divisìoni taceva-
no atorno atorno un grado il doppio più largo che gli altri, il quale divide!"
i gradi di sopra da quei di sotto , quasi come una piazzetta deilinata in quo
luogo. Sopra questi pianerottoli, per chiamarli cosi , arrivavano le scale in vol-
ta per le quali si saliva a detti gradi. Io ho considerato che i buoni ArcliiM-
tori, & valenti ingegneri proveddono che a ciaseuna principale entrata tuli"10
dal lato di dentro, di qua & di là due scale da salire, per l'una de le quali p»
ritta, con salita più continovata & più presta vi potessino salire i più volontero'i
& i più espediti, quasi come volando, & per l'altra scala che era alquantopi
larga & più dolce, & nella quale erano pianerotoli più spessi, & P'u/Pe . V.
te , potessino salire le Matrone, & ipiu vecchi con loro agio, & comodità di tipo
si più sp.-llb nel salire. Queste sono le cole appartenenti a gradi. Ultimamente .
contro alle tede del Teatro, si faceva il palco per la seena, & per gli »""^
che havevano a recitare, & in questi luoghi erano soliti di sedere in lupS
terminato & molto adorno i Padri , & i Magistrari , separati da la P'I-'''CJ'. „,
sarebbe a dire, sé nel mezo de la piazza si fussino acconcie alcune !«■'
loro da sedere, molto honorevolmente.- & allhora si faceva il palco de l»


loading ...