Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 210a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0330
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile


DELLA ARCHITETTURA

to molto attificiosa, conciosia che per reggere questa sola loggia, si e
l'otto di lei altri colonnati, & altre loggie aperte, & volte verlo il' lato'S^'*

alcuna

.

per alcuna furiosa pioggia , o tempeila vi tussino ricorsi al coperte

IH !, .

& erano i colonnati, & i portici poiti sotto

tro del Teatro, & ne Teatri grandi si facevano doppie, accioche sé
ta ,

tatori, non si bagnasnno

prima loggia, non come quelli de Tempii, o delle Basìliche, * ma di r
sode, & mura stabilissìme, con disegno limile a quello" de li Archi trionfali T
teremo prima adunque di quelli portici di sotto, che si fanno per rispttt "a
la prima loggia di sopra . La regola de vani di quelli portici è quella eh
qualunque si voglia entrata che vadia nel mezo de la piazza del Teatro i
ponghino a rincontro alcuni vani, & è di necessità che quelli vani, & quei
entrate sieno accompagnate da altri vani con ordini determinati, & che tori
sieno alti, & larghi a un modo , tutti habbino i medesimi disegni, Je coir.
spondino di disegno & d' ornamenti 1'un a l'altro. Bisogna ancora che la fc
ghezza per la quale si va per lo lungo di elsa loggia , sia ancora di lar»heza
quanto è il vano tra pilastrata & pilastrata, & è conveniente che le pilaibatt
in quello luogo sieno murate per la metà del lor vano, che è infra di loto.
Le quali cose bisogna che tutte sieno olservate con grandilTima diligentia, & eoa
indultria maravigliosa. Ultimamente non vi si metteranno colonne intere iiohtt
come nelli Archi trionfali, ma nel mezo de la faccia de le pilaslrate si mene-
ranno meze colonne nel muro, & si metteranno piedislalli sotto le colonne pei
il sello de la altezza del colonnato : gli altri adornamenti vi si faranno come
ne Tempii. Ma la altezza de le colonne con tutti i loro adornamenti & coi.
nici, sarà per la metà del piombo de gradi di dentro, tal che quelli di tao-
ri saranno duoi colonnati 1' uno su 1' altro , il secondo de quali con la sui
volta sarà uguale a 1' ultimo grado da sedere ; alla quale altezza ancora si pi-
reggerà a sella il piano de la loggia ultima che io dissi , che guardava vello
la piazza di dentro nel mezo del Teatro. Il disegno de la piazza di mezo S
alsomiglia ad una forma impressà dal pie di uno cavallo. Finite quelle cole
murivili di sopra. la ultima loggia, la faccia, & il colonnato de la quale, dod
come quelle che ella harà di sotto , che noi riabbiamo poco fa detto, che ri-
cevono i lumi da lato di fuori, ma al contrario come dicemmo di lei nel prin-
cipio , sarà volta verso la piazza che è in mezo del Teatro . Quello si turo la-
vorò , sendo egli fatto perche e' sia cagione che le voci non (\ perdino, anzi i
si ragunino insieme & si sendilo più piene , chiamerò io un serraglio a tomo,
la altezza del quale sarà per una volta & mezo'de la altezza del .primo colon-
nato, che è da lo lato di fuori; Et le parti sue saranno quelle: Quel i™nc'
ciuolo che ha da ess'er sotto le colonne, il quale si può chiamare Suggelloj •
Sponda, sarà di tutta la altezza di quello serraglio, che è dal piano de lo uo-
mo grado da sedere insino a dove si cuopre nella ultima altezza il Teatro,
non più che il terzo ne Teatri grandi ; & ne piccoli non meno che il quarto.
Sopra questa sponda si rizzeranno le colonne le quali con la lor baia , & con »
capitello saranno lunghe per la metà di rutta la altezza di quello serraglio; 1°"
pra quelle colonne si porranno i loro adornamenti, & in oltre una alia di mu™
tirata sopra le colonne, come ti dilsi nelle Basìliche; la quale alia di muro occu-
perà la sella remanente parte di tutta 1' altezza del serraglio. Le colonne in que
loggia saranno libiater tratte dal disegno di quelle de le Basìliche, & saranno api*1
tante, quante son quelle de portici di fuori, le quali eseono mezo suori de
pilastrate, & si collocheranno rincontro a punto su le linee di quelle che li P?
sono chiamate razzi; conciosia che io chiamo razzi quelle linee diritte, e
dal centro del Teatro vanno a trovare le colonne di fuori. Ma nel muro
la loggia di dentro che è sotto le colonne , il quale chiamano sponda , lj P
ranno certi vani, corrispondenti a punto a vani de le entrate di sotto ne
tro j con i lor piombi, & in cosi fatti luoghi si faranno zane uguali & ac


loading ...