Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 218a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0356
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
H?

DELLA ARCHITETTURA

rnolte spatiose piazze, tanto che fusfino ancora a balìanza a giuochi da co
re ; né vi mancavano in luoghi acconimodati mete, & termini , che russiao-rt
torniate da i giuocatori aggirandole . Ne la piazza di verso mezodì, che ìe/'"
va come un veltibulo a quello edificio, si faceva un mezo cerchio inverso n»»»
dì, nel quale si accommodavano gradi da sedere limili a quelli del teatro &
Je mura in cerchio si alzavano sino ad alto, acciò defendesiino altrui da Soli d'
mezodì, & tutte querce si fatte piazze erano serrate, come uno cartello da un
muro contjnovato, & in quest ' ultimo muro si facevano alcune stanze da sede.
re, molto honorate o in mezo cerchio, o quadrate, che guardavano verso i
tetti principali de le flufe . In quelli luoghi da sedere stavano i Cittadini al So-
le , & a 1' ombra o da mattina, o da ìera, o in qual' altra hora più lj pja.
ceva. Oltra di quello, & masiìmo verso sèttentrione dietro a quell'ultimo cir-
cuito de le mqra , si facevano piazze scoperte , d' altezza mediocre, più lun-
ghe , che larghe con disegno a guisa d' una linea piegata in arco : queite piaz-
ze havevano atorno una loggia in cerchio chiusa di dietro dal suo muro, 1»
qual piazza non vedeva niente altro , che un poco di Cielo . Et cosi da quella
sua piazza scoperta, infra il circuito del muro principale & maggiore, & infra
quella loggia iti cerchio, rimaneva un refugio per la (tate boniisimo ; pertioche
il Sole & per la flrettczza de la piazza , & per 1' altezza de le mura vi en-
trava a gran pena nel solltitio de s estate : ne le cantonate del circuito de le
mura maggiori ancora vi erano Tempietti, ne'quali purisicatesi, & purgateli
le Matrone, erano solite sacnsicare a loro Dii. Si che quella era la somma de
le parti di che erano fatte le stufe, & i discgnj di quelli si fatti membri li pi-
gliavano da quelle cose che noi habbiamo racconta disopra , & da quelle anco-
ra , che ci reltano a raccontare, secondo che più si confacevano o a queite,
o a quelle, cioè o a le publiche, o a le private, Si. la, pianta di rutta l'ope-
ra teneva più di undici mila piedi quadri.

DEL-
loading ...