Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 262a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0406
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I6"l

DELLA ARCHITETTURA

cose noi chiamiamo punti. Se dove si harà a condurre una acqua , vi sata |a
pianura ei'pedita , Insognerà in duoi modi dirizzare la veduta. Percioche Q
non molto lontani 1'un da l'altro, o pur lontani alTai , si porranno certi ter-
mini, & certi legni, & quanto gli ultimi punti de gli intervalli saranno infra
loro più vicini, tanto manco si discostcrà la dirittura de lo (guardo dal circui-
to de la terra: Ma quanto gli intervalli saranno più lunghi, tanto si troverà il
circuito, & lo spazzo del terreno esser più basso da la dirittura de la linea de
la livella : in quelli si fatti osservisi che ad ogni mille parti ti abbassi sino a
dieci dita. Ma sé e' non vi sarà una pianura espedita, ma vi sarà qualche col-
linetta, alhora in quelli ancora ti bilognerà fare in duoi modi: 1' uno che tu
pigli la altezza da lo incile , & per il contrario ancora da lo emissario. Lo e-
missario chiamo io quel luogo detlinato, dove tu vuoi che l'acqua arrivi, don-
de l'acqua possa useire o continovamentc, o a certi bisogni. In cosi fatti
luoghi si conoseono le altezze nel tirarvi gradi di misure : chiamoli gradi, per-
che e' son simili a quei gradi, per i quali si saglie nel Tempio. Una linea de
quali è il raggio de la veduta, che esee da lo occhio di chi risguarda, secon-
do la pari altezza de lo occhio ; il che si fa con la livella , o con l'archi-
penzolo, & col regolo: Et l'altra linea à quella, la quale calcherà da lo oc-
chio di colui, che guarda , sino a suoi piedi a piombo. In cosi fatti gradi no-
terai da'lor piombi la portione de la linea, che avanzerà 1' una l'altra, qual
sia, o quella che tu piglialli da lo incile, o per il contrario-quella altra, che
su piglialti da lo emiisario. Ecci ancora un' altro modo che tu tiri le linee da
lo incile sino alla cima di quello colle, che è in quel mezo, & di quivi poi
tirerai le linee sino allo emissario, & noterai gli angoli retti per via di Geo-
metria, che convenientia habbino insieme . Ma quello modo è molto difficile a
saperlo usare, & non molto fedele al farlo, percioche in un grande intervallo
lo errore de lo angolo, che si causa da lo occhio di chi risguarda , sé bene
egli è piccolo, rilièva pur aliai in quella facenda. Ma sarannoci alcune cose,
che si atfarannp a quella maniera , come dipoi diremo , de le quali ci servia-
mo molto bene , per havere le diritture ; sé per aventura e' sarà a condune
nella terra una acqua traforandovi il monte: Il che si farà in quello modo:
nella sominità d' un monte, donde tu polsa vedere da uno lato lo incile, &
da 1' altro lo emiilario, disegnerai nel terreno spianato un cerchio largo dieci
piedi : quello cerchio si chiama Orizonte : nel centro del cerchio ficcherai ritta
una alia, che dia a piombo. Fatte queste cose, il maestro, che vorrà pigliate
quelle diritture, dando fuori del cerchio , andrà considerando intorno , cercando
in che luogo la linea de la veduta, intenta ad un capo de la acqua da condur-
li vegga elio termine, & dove da basso quella asta fìtta nel centro batta nella
circunferentia del cerchio : riavendo trovato il maestro quello luogo certo in
quello Orizonte del cerchio, & havendolo legnato, e' tirerà una linea, che
partì per il deseritto punto, & per il centro, che segherà di qua & di là la
circunferentia del cerchio. Sarà certamente quesla linea il diametro d* elso cer-
chio quando pattando ella per il centro intersegherà a dirittura la circunferen-
tia del cerchio da amendue le bande. Et sé quella medesima linea ugualmente
riguardata da un lato , & da 1' altro tirata in lungo à dirittura , guarderà da
quelto lato lo incile, & da quello altro lo emiliano, ella ne prederà per con-
dur l'acqua il corso diritto. Ma sé queste vedute non si riseontreranno in
quedo modo, & altrove batta il diametro, che guarda lo incile, & altrove
■quello , che guarda lo emiisario ; alhora da la intersegatione , che elsi diametri
fanno alla asta che è nel centro, si vedrà la dirterentia, che è infra else di-
ritture . Io mi servo de lo aiuto di cosi fatto cerchio, à levare le piante de
le Città, & de le provincie , & à dilegnarle, & à dipignerle , & acommoda-
tilsimamente ancora a fare le mine, & le trincee sotto terra. Ma di quelle trat-
teremo altrove. A qual rivo si voglia per cui 1' acqua si conduca o poca P"
loading ...