Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 329
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0481
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DELLA STATUA.

3'9

queda slatus , come sarebbe a dire un membro più noto di tutti gli altri, cioè
il dito de la mano delira : di qui potrò io , & come , & verso dove mi pia-
cerà , movere ogni volta di nuovo quello difsinitore ; & riducerlo, ancora che
egli torni giudo , come egli (lava prima sopra detta {tatua ; cioè, che il per-
no da la cima de la tella de la (tatua, penetrando pet il centro del diffinitore
& il piombo che dal primo grado cadeva de lo Orizonte, torni pendendo a
toccare quello ilellb dito grasso dola man delira. Polle coordinate quelle cole,
dicali che io vogli segnare , o notare lo angolo del gomito siniltro, & imparar-
lo a mente, & scriverlo ancora: io fo in quello modo: Io fermo quello dif-
finitore, & inllrumento con il suo centro, pollo in cima de la teda de la
siatua, in quello (lato, & luogo detto, talmente che la tavola nella quale è
disegnato lo Orizonte, dia del tutto salda & immobile; & giro a torno la lin-
da, fino a tanto che il filo del piombo tocchi ciuci gomito sinillro di detta llatua
che noi volevamo notare. Dal fare quedo in queito modo, ci occorreranno tre
cose, che faranno a nollro proposiro. La prima cosa avvertiremo quanto la
linda, nello Orizonte sa lontana da quel luogo donde la haremo prima mossa,
avvertendo a qual grado de lo Orizonte batte detta linda, o al ventesimo, o al
trentèlimo , o ad alcuno altro cosi satto . Secondariamente avvertirai nelle on-
de , & minuti segnati nella linda , quanto elso gomito si diseodi dal centro di
mezo del cerchio : Ultimamente per terzo, avvertirai pollo il modine su '1 piano
del pavimento di detta dama, quante once, & quanti minuti, il detto gomito
si rilevi di su il detto pavimento . Et scriverai quelle misure in su '1 tuo foglio,
o libretto in quello modo , cioè . Lo angolo del gomito sinidro nell' Orizonte
viene a gradi io., & minuti 5. nella linda a gradi 7. & minuti 3., & dal pa-
vimento nel modine a gradi 40. , & minuri 4. Et cosi con quella medesima re-
gola potrai notare tutte le altre patti più notabili de la detta (tatua, o modello,
come & dove elle si truovino, come per modo di esempio sono gli angoli de
le ginocchia, & de le spalle, & gli altri rilievi, o cose limili. Ma sé tu vor-
rai notare, o avvertire le concavità, o gli sfondi, quando ei saranno tanto as-
cosi , o ripodi, che non vi si possa accollare il filo del piombo , come inter-
viene nella concavità , che è infra le spalle nelle reni, noterale comodamente in
quello modo , aggiugnerai alla linda uno altro filo a piombo , che calchi a detta
concavità , & venga lontano quanto si voglia dal primo filo , che non importa :
percioche mediante quelle due fila de piombi , ti avverrà che per le loro dirit-
ture , come che elle sieno appiccate ad uno itile de la superficie piana di sopra,
che tagli, o interseghi amendue quede linee de le fila, & vadia penetrando sin
dentro al centro de là (tatua , potrai dico , ritrovare mediante il loro operare ,
quanto la seconda linea, o filo del lecondo piombo sia più vicino del primo, al
centro del diffinitore, il qual si chiama il piombo del mezo . Se quelle cose si
sapranno a ballanza, tu potrai facilmente havere imparato, quello di che ti av-
vertimmo di sopra : cioè che sé per aventura la detta llatua fusse data ricoperta
fino a certa grolsezza , di cera , o di terra , potrai dico forandola con via espcdi-
ta , certa & comodissima, andare a trovare subito qual si voglia punto, o ter-
mine notato nella fiatua. Conciosia che egli è manifello, che con il girare di
queda linda,"si fa un piombo tale, che si dilegna una linea curva a guila de
la superficie di un cilindro , dal qual cilindro queda datua viene compresa , &
accerchiata . Se queito è cosi , in quel modo che tu potetti con quella delta
regola penetrando la aria notare & avertire il punto . T. K. mentre che la tua
datua non era preoccupata da alcuna cera o terra, che per via di dire diciamo
che fusse il rilievo del mento, tu potrai cori la medesima regola far il medesi-
mo , penetrando la cera, o la terra , come quando penetrasti la aria, facendo
conto che la aria si sia convertita in cera, o in terra. Mediante quede cose che
si sono racconte, ci avverrà che ei si potrà comodisiimamente sare quel che
poco di sopra si disse, cioè fare meza la tua datua a Carrara, & l'altra meza

T t fi-


loading ...