Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo   [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 338
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0492
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
33*

INDICE.

fuggili circa le ticchi, & circa il sar l'Aia. CAP. XVI.

De la Villa de Vaironi, & de le Perfine nobili, isf dì tutte le farti pie,
tir del luogo loro commodo . CAP. XVII.

Che disserentia Jìa insra le case de la Villa, & quelle de la Città, de' ricebi.
Et che le case de manco ricchi si debbono assomìgliare a quelle de pia ric-
chi , secondo però le ricchezze loro . Et che si debbe murare per la fiate
pia che per l' inverno. CAP. XVIII.

Ì'Z- »»

LIBRO SESTO.

è" de la

de l'

donde

racco-
fcrivere qiie-

' ragione tìe l ' imprefa de l ' Autore :
glie quanto fiitdio, satica , à? induflrìa egli habbia posla
Jle cose. CnP. I. 131

Ve la bellezza , & de lo ornamento , & de le cofe, che da esse procedono ,
cb1 de le loro differentie, & che egli si debbe edisicare con ragioni vere,
& che sin il Padre , & lo Alnmno de le Arti. CAP. II. Ijì

Che l ' Architettura cominciò in Afia , siorì in Grecia, & in Italia è venuta

a perfettione approvatissìma . CaP. III. 134

Che 0 da lo ingegno , o da la mano de lo Artesice si inferi see il decoro , (b*
/ ' ornamento dì tutte le cose : de la regione, é" del sito , & di alcune
leggi satte da gli Antichi per cagione de Tempii, ò1 d' alcune altre co-
se degne d' effci notate, ma difficili a credersi. CAP. IV. 136

Del ragionevole seompartrmento, (b* dell' adornare le mura, & il tetto, &
quale ordine, & modo si habbia a tenere nel mettere le cose insieme ac-
curatamente . CAP. V. 139

Con che modi le macchine , & i pesi de grandìffìmi sassi si muovino da luogo

a luogo, 0 si sollievino in alto. CAP. VI. '4°

De le Ruote, Perni , Stanghe, 0 Manovelle, Taglie, & de la grandezza,

sorma, & sigura loro. CAP. VII. MS

De la vite, è" de fuoì pani : in che modo i pesi si tirino , si portino , & si

spinghino. CAP. VIII. 144

Che le cottecele , che si danno, di calcina alle mura , debbono esser tre. Di
che cosa si debbino sare, cb* a quel che eli' habbinq a servire . De li in-
touichi, & de le lor varie sorti , & come si ha a ordinare la calcina
per sarli, Cb* de le slatne di basso rilievo , & de le pitture con che
s'adornano le mura. CAP. IX. 147

Del modo del segare i Marmi, é" che rena sia perciò migliore ; De la con-
venienza , Cb* differentia del Musalco di rilievo , & del Musaico piano,
éf de lo siacco con che si hanno a mettere in opera . CAP. X. >49

De le coperture de tetti, & de le volte, & de laflrichi seoperti , che cnopro-

no gli edisicii. CAP. XI. IS°

Che li ornamenti de vani dilettano assai, ma che hanno molte, & varie com-
modità, & dìffcultà , & che i vani siuti sono di due sorti, isf quel che
si confaccia a Cuna, & a l'altra. CAP. XII. 'S1

De le colonne, & loro ornamenti : che cosa siano i piani , che il centro del
su si, la centina , gli aggetti, i ritiramenti, il ventre, il mazzocchio ,
il collarino. CAP. XIII. 'S3

LIBRO SETTIMO.

De li ornamenti de' Tempii sacri.

Che le Mura, i Tempii, le Basiliche surono eonsecrate a lì Dii, & de la re-
gione de la Città, & del sito, & de suoi ornamenti principali. CAP. I- •■}$

17
loading ...