Alberti, Leon Battista ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 339
DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0493
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile


INDICE.

il

Di che Pietre , & come grojse si delibino sare le Mura. Et thi furono i ^ri-
mi a sabbricare i Tempi. CAP. II. «„»
Con quanto ingegno , cura , & diligentia si debba collocare un Tempio , &
adornare, a quali Dii, & dome si ha a forre, é1 de varii modi di
sacrisicii. CAP. III.
De le parti , forme , & figure de Tempii, & de le Cappelle , & dóve fi
debbino collocare. CaP. IV.
De le loggie , & portichi del Tempio , de le entrate de li scaglioni, & de
•vani, & de li spatii di ejjì. CAP. V.
De le parti ile Colonnati , & de Capitelli, & de le sorti loro . CAP. VI.
De lineamenti de le colonne , & de le loro parti, de la bafa , mazocchi , ca-
detti , hafioucini, dado , & del disegno de membri , safeia , grado, ba-
stone, o sune, sunicella, canaletto, o vuoi cavetto , goletta , & onda.
CAP. VII.
Del Capitello Dorico , Ionico , Corinthio , & Tosano . CAP. Vili.
De gli architravi , de capitelli, de correnti, o vuoi sregi, de le tavole ,
mensole , o menfoloni, tegoli, emirici, canali , Ò1 altre simi li cose ap-
partenenti a le colonne . CAP. IX.
Del pavimento del Tempio , de sli spacii di dentro del luogo de lo Altare ,
de le mura , Ò" de loro addornamenti . CAP. X.
Perche cagione è bene , che i tetti de Tempii sieno in volta. CAP. XI.
De vani de Tempii , de le sinestre , porte , ufei , é" de membri , ist orna-
menti loro. CAP. XII.
De lo Altare, Lumi, & Candellieri. C \P. XIII.
De principii de le Basiliche , de Portici, de le parti de la muraglia , Ù" in
quello , che elle sieno disserenti da Tempii . CAP. XIV.
De Colonnati con gli Architravi, & con gli Archi ; di che sorte colonne si
habbino a mettere nelle Basiliche , & che cornici, & dove si habbino a
collocare ; de la altezza , & larghezza de le sinessre ; de le loro serra-
te , de le impalcature, & de le porte de le Basiliche, & de modi loro.
CAP. XV.
De segnt pojli per memoria de le gran cole satte pubblicamente, & in esse
espeditioni de le guerre , & «e le vittorie ancora , da Romani, & Gre-
ti . CAP. XVI.
Se e'si debbon metter le fiat ne ne Tempii, iss di che cofa si debbo» sare più
commodamente. XVII.
LIBRO OTTAVO.
Dell' ornamento de le vie maeflre dentro o suori de la Città ; dove si habbi-
no a sotterrare , o abbruciare i corpi morti . CAP. I.
De varii modi de sepolchri , (b* del Seppellire CAP. II.
De le Cappellette , de Sepolclìri , de le Piramidi, Colonne , Altari, & Moli .
CAP. III.
De gli epitassi , de gli seritti, & de le imagini che si mettono ne' sepolchri.
CAP. IV.
De le Torri , iff loro adornamenti . CAP. V.
De le ssrade più principali de la Città , & come si adornino le porte , i
. - porti, & i ponti, gli archi, i rifeontri di più vie, & la piazza .
CAP. VI.
De lo adornare gli spettacoli, i Teatri, i luoghi da correre, iff quanta sin
■ la utilità loro . CAP. VII.
De lo Ansiteatro , del Cerchio , de luoghi da paffe^giare , de gradi da federe ,
& de portici de Giudici minori, & de loro adornamenti. CAP. Vili.
V v 2

9
158
'59
1C1
163

166

170

•74
IT*

'77
180

183
»37

190
192
«94
19S
200

20J

De"
loading ...