Alberti, Leon Battista ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
Della architettura, della pittura e della statua — Bologna, 1782

Seite: 341
DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1782/0495
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
INDICE.

341

26

Dt lo addomare le sojse, che e' non manchi la abbondante de le acque, ù"
che ella non sia impedita . CAP. XI. pag. 270
Con quali argini si assortìsichi il lieo del Mare, in che modo si saccia forte
il l'orto, & le entrate fne , & con che artisicio si serri i' acqua , che
noi? sé ne madia . CAP. XII. 272!
Del rimediare ad alcune cofe , àf del rajsettarle generalmente ; CAP. XIII. i-\6
Che alcune cose fin minute giovano all' uso del suoco. CAP. XIV. 278
In che modo le tarantole , le zannale, le cimici , le mosche, i topi, le pul-
ci, le tignuole , & si vi) li si spengbino , é" si mandìn miak CAP. XV. ivi
He luoghi de le case da scaldarsi, & da nnsrefearsi, (ss de lo emendare i
disetti de le mura, & rajsettarli . CAP. XVI. 280
Dì quelle cose, alle quali non si può provedere, mi chi si possono doso il
satto emendare. CAP. XVII. i8i
De la Pittura . Libro Primo . 287
Libro Secondo • 299
Libro Terzo. 315
De la Statua. 3*j


■Vi
loading ...