Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 21
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0047
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DE' DISEGNI.

no, correvano pur dietro le disavventure, né per andarsene sl>
ilare altrove , e Iasciare 1' antico nome della città loro , pote-
rono essi mai difendere dalle calamità, e dalle miserie ; per-
ciocché sopraggiunti loro addossb nuovi abitatori, tutte le più
antiche , e principali famiglie loro con ferro, e morte , insieme
cogli edisicj sagri, e colla città furono spenti sino da' fonda-
menti .

Ma lasciamo oramai fiat* quelle coté , delle quali son piene
le Morie. Quella predo di noi sia la sostanza, eh' ella è cosa
da uomo prudentissimo il cercare di metterli a fare tutte quel-
le cose, mediante le quali la cura, e la spesa dell'edificare
non abbia a farli indarno , e che ella opera debba edere eter-
na, e sana . E certamente, il non lasciar cosa alcuna--indietro
nel mettere ad effetto tanto gran cola, è officio di uomo con-
sideratissimo. Oh ! non è ella cosa di grande Importanza a te ed
a tuoi metterli a una Impresa, che abbia a giovare; che con-
ferita alla salute,. e che convenga a vivere con dignità , e di-
letto , e che serva a lasciar di sé nome, e fama? Quivi avrai
m da attendere ad ottimi (lud;, quivi ti saranno cari i dolci si-
gliuoli e la famiglia, quivi avrai i giorni da travagliare, e da'.
quiete , quivi si consumeranno tutte le fàcende della tua vita ;
talmente che io non penso , che si possa trovar cosa alcuna pres-
so l'umana generazione, (eccetto la virtù) alla quale si debba
più attendere con ogni cura, opera, e diligenza , che a: cerca-
re di potere colla tua famiglia abitare bene, e comodamente.
E chi è quello che affermi di poter bene abitare (prezzate quel-
le cose , che noi abbiamo dette 2 Ma sia di loro detto abbastan-
za . Rettaci a trattare del sito .

CAPO
loading ...