Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 23
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0049
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
P E' D I S E G N I. 2.3

o^aa„_MJ_„„,r,.w»,»ro^,.,..........,■■...........■..............ii^r-P

che è contenuta da due linee , che si toccano 1' una l'altra , si
chiama angolo. Perciocché dall' intersecazione di due linee l'una
coli' altra si fanno quattro àngoli, i quali , sé qualunque di essi sa-
rà uguale uno per uno a tutti tre gli altri, si Chiameranno a
/quadra, e quelli che saranno minori, si chiameranno [otto /qua-
dra , e i maggiori /opra /quadra. Le linee ancora, alcune sono
diritte , e alcune torte ; delle linee a chiocciola, e delle amolte
non fa qui mestiero che io parli . La lìnea diritta è un filo ti-
rato da un punto ad un altro, talmentechè non ve sé ne polla
tirare altro minore. La lìnea torta è una parte di un cerchio ;
ed il cerchio è quel disegno fatto da uno de' due punti gira-
to talmente nella medesima supersicie, che in tutto il suo aggi-
ramento non sia mai né più preiso , né più lontano da quell'im-
mobile dei mezzo , di quel che fosse quando cominciò da prima
a girar intorno. A quelle cose si dee aggiugnere, che la linea.»
torta, la qual noi dicemmo esser parte d' un cerchio, prelìò di
noi architetti, per via di similitudine si chiamerà arco, e quella
linea che dai due punti estremi della linea torta si parte , e va di-
ritta , si chiamerà per la medesima similitudine corda ; e quellaj
linea che partendoli dal punto di mezzo della corda , e lascian-
dosi da ogni lato angoli uguali, andrà sino all' arco , si chia-
merà /aetta . Quella poi che partendoli dal punto immobile eh' è
dentro al cerchio, andrà persino alla linea torta del cerchio si
chiamerà raggio ; e quello punto immobile eh' è dentro nel mez-
zo del cerchio si chiamerà centro, e quella linea che parlando per
il centro, toccherà da amendue le bande il giro del cerchio , si
. chiamerà diametro,

Gli archi ancora sono differenti ; perciocché alcuno è inte- *"*
ro, alcuno è /cerno, ed alcuno è compojlo. Intero è quello che tav.
occupa la metà di un cerchio , cioè quello che ha per corda il ■ ria.
diametro del cerchio intero ; Io /cerno è quello che ha la suaj 2- -
corda minore d'un diametro, ed è ancora quest'arco seemo par-

G te
loading ...