Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 28
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0054
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
28 LIBRO PRIMO

tà, per cavare, continuamente rodendo, le radici del monte , si ti-
ra dietro tutta la pendente macchina che gli sta sopra ; dondo
gran parte della città si disfà e ti rovina addosso. Io certo lodo
grandemente le molte cappellette, le quali sono adattate intorno
alla pianta della chiesa grande in Vaticano ; perciocché di queste
quelle che son poste nel cavo del monte congiunte alle mura.)
della chiesa, giovano assai ed alla fortezza, ed alla comodità ;
poiché esse sostengono la macchina del monte , che continuamen-
te le aggrava , e raccolgono 1' umidità che scorre giù per il pen-
dìo del monte , e le impediscono la via da potere andare nel
tempio ; onde il principal muro della chiesa retta più asciutto -e
più forte. Quelle poi che dall'altro lato, nel più basso del pen-
dente monte son fatte, fermano coi loro archi tutto .il piano di
sopra; e raffrenando tutte le motte del terreno che fossero per
cadere, possono facilmente sostenerle. Ho considerato ancora che
quell' architetto , che fece in Roma il tempio di Latona, molto
consideratamente provvide all'opera , ed alla scarpa ; percioc-
ché egli collocò talmente l'angolo della pianta addentro nel mon-
te , che sopra gli sedeva , che due diritte mura reggono la so-
vrastante forza del peso , e con avergli messo dicontro il detto an-
golo , divise e scompartì il carico che gli sta sopra.

Ma poiché noi abbiam cominciato a celebrare le lodi degli
antichi, che edificarono con savio consiglio, non voglio Iasciare
indietro quel che mi sovviene, e che fa molto a questo proposi-
to . Nel tempio di S. Marco vi è un ordine d'un architetto mol-
to utile, poiché avendo egli fortificato molto il molo del tempio
lo lasció pieno di molti pozzi, acciocché sé per sorte si gene-
rassero alcuni fiati o vapori sotto terra, trovassero questi facilmen-
te via da uscirsene. Finalmente tutti quei piani , che tu sarai
coperti di alcuna copertura, è di necessità che tu li pareggi a_>
un piano . A quelli poi che hanno da restare allo scoperto, non'
si ha a dare più pendìo, che quel che baili a scolare le pioggie.

Ma
loading ...