Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 37
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0063
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DE' DISEGNI. j7

J20

dì sotto. sarà copertura, sarà ancora spazzo de' membri ds sopra .
Ma di queste tali impalcature, quella veramente che noi avremo*
sopra il capo, si chiamerà palco , il quale ancora chiameremo.
cielo, e quella che nell'andare noi calcheremo co'piedi , si chia-
merà fpazzo o fuolo.. Se poi quelle ultime coperture che (tan-
no alla scoperta servano per pavimento o nò., ne deputeremo
altrove - Ma le coperture , che ssanno allo scoperto- ancorché esse-
sieno forsè dì si-perside piana , non debbono essere però gianw
mai col pavimenta di sopra discosto ugualmente dai pavimen-
to che esse cuoprono di sotto,. ma sempre debbono pendere in
alcuna,delle parti per scolare le piogge. Le coperture bensì
che sono coperte, bisogna che sieno di superflcie- piana per tut-
to lontana a. uri modo dal pavimento.. Egli è di necessìtà che
tutte le coperture si accomodino colle linee, e cogli angoli, al-
la figura e forma, del sito e delle mura che esse debbono- copri-
te ; e succedendo quelle cose sra loro variamente, perciocché
alcune sono di linee tutte torte ,, alcune di linee tutte dritte1, ed
alcune, mescolatamente di amendue, accade che le coperture an-
cora sono varie e di molte forme. Ancorché le coperture- natu-
ralmente da per loro son. di varie sorti ; perciocché alcune sono-
a tribuna Y altre con quattro archi r altre a mezze botti , ed al-
tre composte con volte di più archi, alcune che (tanno- a pen-
dìo l'ima verso l'altra , ed alcune a capanna pendono' da'due.»
lati .

Ma abbiasi a fare quahivoglla di quelle sorti, bisogna che
ogni copertura sia fatta talmente- che essa cuopra e disenda colla
sua ombra il pavimento , e rimuova via ogni" acqua, e pioggia s
difendendo tutto l'edificio sópra il quale essa è posta pel* copertu-
tura. La pioggia lèmpre è apparecchiata a nuocere , e giammai
è eh' essa non pigli ogni via,, benché minima , per far male .
Imperocché essa cols edere sonile penetra e fora , coll'umidl-
tà macchia e guada, colla continuazione insradicia tutti s nervi

dell'edl-
loading ...