Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 61
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0087
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DELLA MATERIA 61

110 difesi dall'ombra . Anzi per qiieflo tisarono gli architetti ari-.
tichi di ungerli con Aereo di bue -, e Teofrasto dice , che questo
si fa perchè avendo riturati attorno attorno tutti i pori , la_>
ssemma raguriatavisi dentro , e l'imirioderata forza de* vapori,
distilli ed esali a poco a poco dentro la midolla ;. onde avviene ,.
che il legno si condenti e si secchi ugualmente dappertutto. Pen-
sano ancora che polii a stare capovolti si secebino più como-
damente. Oltre di questo danno varj rimedj contro all' invec-
chiarli , ed alle infermità che loro poss'ono intervenire . Teofra-
ilo pensa che col sotterrarli, i legnami si condensino grande-
mente , Catone vuole che i legnami tagliati s'intridano di mor-
chia , acciocché uè tignuole , né tarli non nuocano loro . Si
sa che i legnami., che sono ofFesi dalle acque lì difendono colla
pece . Pretendono ancora che i legni macerati nella morchia, ar-
dano senza alcun tedio di fumo. Plinio scrive che nel laberinto'
di Egitto vi erano molte travi di spina di Egitto impiastratcj'
d' olio , e Teofrasto dice che i legnami, che sono smpialìrati di
pania non ardono . Né lascerò indietro, che pretto Gellio negli
annali di Quinto Claudio si trova, che per avere Archelao prefet-
to di Mitridate dato ad una torre di legname al Pireo molte co-
perte di allume , combattendola Siila , essa non -alse . ■

Vi sono oltre di questo alcuni alberi * che si condensano e
si fortificano contro le temperie in varj modi. Imperocché pon-
gono sotto terra i legnami di cedro impialìrati di cera per set-
te giorni, e coli'intervallo d'altrettanti li sotterrano sotte' mon-
ti di grani; onde avviene, ch'elsi divengono e piti gagliardi' e
più comodi alle opere,. perchè così sé gli seema grandi (sima-r
parte di péso . Dicono ancora , che tenuti nell' acqua di mare
acquistano una durezza densiliìma ed incorruttibile . Il cassagno
è certo che si purga nelle acque del mare . Plinio scrive che il
fico di Egitto si sotterra nelle acque, acciocché si secchi e di-
venti leggiero , quando che da prima iva al fondo . Noi veggsa-

mo
loading ...