Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 76
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0102
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
76 LIBRO SECONDO

rifa'vi sieno. sopra sparsi , ogni sette anni si risoiyóno in zolle .
Plinio racconta che pressb a Spiga, ed intorno a Cassahdrea lo
zolle di terra si convertono in sallì . Vicino a Pozzuolo si gene-
ra una polvere , che mescolata coli' acqua del mare , indurisce e
diventa pietra . In tutto il lido da Gropo sino in Aulide ciò che
è bagnato dal mare indurisce e diventa pietra . Diodoro scrive
che in Arabia le zolle, cavata la terra, hanno odori soavi, e
che colate col fuoco come i metalli si convertono in pietre, ag-
giugnendo poi che querce medesime pietre son tali, che quando
sopra di loro cade acqua piovana, s'illiquidiscono le congiunture e
tutto.il muro diventa di un pezzo . Cavali in Asso di Troade la
pietra sarcofago , che si congiugne .con vene atte a fenderli fa-
cilmente . Ora dicesi che sé in quella pietra si sotterrino corpi
morti, si consumano tutti, eccetto i denti, innanzi a quarantaj
giorni; e quel che ti farà più maravigliare è che i calzari', le
yesti e tutte le altre cose , che coi corpi vi si mettono, si con-
vertono in pietra. Contraria a questa è la pietra chernite , nella
quale fu sepolto Dario, perchè conserva i corpi interi gran tem-
po . Ma di loro sia detto abbastanza.

CAPO X.

Onde venìjfe V ufanza di' mattoni , in che tempo si abbiano

a fare , che forma abbiano ad avere , atlante sieno le forti

loro, e della utilità de' triangoli, e brevemente

de' lavori dì terra ,

E Gli è certamente manifesto che gli antichi in cambio di
pietre tisarono molto volontieri i mattoni. Io certo credo
che da 'prima gli uomini foriero spinti ad tisare in cambio di
pietre i mattoni per gli edisicj, mediante la careflia e la necelìì-
tà delle cose. Ma veduto poi, quanto questa sorta di muraglia

sia
loading ...