Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 79
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0105
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DELLA MATERIA. 7P

secondo era di cinque ottavi di braccio per ogni verso ; il terzo
era- di mezzo braccio per ogni verso. Noi veggiamo negli edisi-
c;, e massime negli archi, e nelle commettiture, mattoni larghi
un braccio per ogni verso . Raccontano che gli antichi non li usa»
xon d'una medesima sorta negli edifici pubblici e ne'privati, ma
usaronli maggiori negli edisic; pubblici , e coi minori facevano
gli edificj privati .Io ho avvertito in molte muraglie , e nella_>
via Appia ancora, che vi sono varie sorti di mattoni maggiori
e minori, e penso che l'usassero variamente, e che essi facesfe-
10 non solamente quel che fosse ad utilità -, ma tutto quello che
venirle loro in fantasia, o che pensassero, che facesse bellezza ed
ornamento . Per tacere altri esemp; io. ho .veduto mattoni, cho
non sono più lunghi di sei dita , né più grossi di uno , né più
larghi di tre, ma con quefìi facevano il più delle volte i matto-
nati per coltello a spiga .

Ma io lodo più che gli altri i triangolari, che essi faceva- —
no in quello modo. Formavano un mattone per ogni verso di un y

mezzo braccio , e grasso un dito e mezzo ; e mentre eh' esso era IIS, g.
freseo lo fendevano con due linee attraverso da un angolo op-
posto all'altro, sino al mezzo della sua grossezza, e così aveva-
no quattro triangoli eguali . Quelli mattoni avevano il vantag-
gio che vi andava meno creta, assettavansi meglio nelle fornaci,
cavàvansene più comodamente , mettevansi in opera con più agi-
lità , come che in una mano sé ne tenevano quattro, ed ilmae-
stro nel murare'con poca pércossa li divideva 1' uno dall' altro,
e colle teste di questi mattoni si facevano apparire gli ordini del-
la muraglia di fuori di mezzo braccio, mettendo l'angolo all'in-
dentro ; onde la spesa era minore , !' opera si rendeva più gra-
ziosa, e la muraglia più ferma ; perciocché parendo che nel mu-
ro non vi fossero che mattoni interi, gli angoli incaflrati a gni-
sa di denti ne' ripieni delle mura rendevano la muraglia fermis-
sima. .

< O Fatti
loading ...