Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 83
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0109
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DELLA MATERIA 83

■a? iiiq

tempo si corrompono , e gettano perciò dipo! certi bozzoli »
onde il lavoro non viene pulito . Aggiugni che alla calcina non
bisogiia dar una gran copia d'acqua ad un tratto, ma bisogna si
ipenga a poco a poco, bagnandola e «bagnandola più e più vol-
te, sino a tanto che essa sé ne sia inebbriata; dipoi in luogo anzi
che nò umidetto ed all'ombra , senza mescolarvi cosa alcuna si
dee serbare sernetta , coperta sollmente di sopra con pòca arena,
sino a tanto che per lunghezza di tempo più liquidamente iì lie-
viti , esssendosi trovato , che la calcina con quello suo lungo lie-
vitarli , acquissa grandissima virtù. Io veramente ne ho veduta di
quella che è fiata lasciata abbandonata, come per molte congetr
ture si vedea manifeslo , per più che cinquecento anni, e poco
fa ritrovata, la vidi umida e liquida , e per dir cosi, in modo
matura, che di gran lunga superàva la liquidezza del miele e del
midollo delle ossa. Non vi è certo cosa alcuna più di quella co-
moda a qualsivoglia, uso , e fra gli altri suoi vantaggi vuoili che
la calce così tenuta ammetta due volte più arena che non farebbe
bagnata di freseo .

In quelle cose adunque la calcina.ed il gesso non convengo-
no;, ma nelle altre sì bene . Il gesso adunque ancor elso vuol es-
ser levato subito dalla fornace , e messo all' ombra ed ili luogo
aseiutto , per ivi ipegnerlo ; perchè sé tu lo serbassì, 0 nella for-
nace fiessa o altrove al vento, 0 alla luna o al sole, e massime
di fiate, si risolverebbe prefiissimamente in cenere e diventereb-
be disutile,. Ma di loro sia detto abbaslanza . Avvertiscono chej
le pietre non si mettano nella fornace s'esse prima non si spezzi-
no in pezzi non minori che zolle. Lasciando ilare ch'esse così più fa-
cilmente si cuocono, s'è trovato ancora che nel mezzo delle pie-
tre, e massime delle tonde vi sono alcuna volta certe concavi-
tà , nelle quali rinchiusa 1' aria arreca danni grandissimi ; poiché
acceso il fuoco nella fornace , quell' aria rinchiusa convertita in_>
vapori, si rigonsia e rompendo per ogni verso la prigione in cui

si tro-
loading ...