Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 100
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0126
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO TERZO

Ne'luoghi paludosi bisogna fare le fosse larghe, ebisogna for-
tisicare le spoiide di qua e di là delle fosse con pali, con gra-,
licci, con tavole , con alga e con fango , acciocché non vi Teor-
ia acqua. Dipoi si debbono attignere e cavarne le acque, sé fra
dette armature ve ne fossero, e sé ne dee cavare ancora l'arena
e pulire ben dentro nel fondo il faiigoso letto , sino a tanto che
tu trovi da fermare il piede sopra il sodo . Nel terreno che tie-
ne di sabbione si dee fare il medeiimo, sino a tanto che ricerca
il bisogno . Oltre di quello ogni piano di- qualunque fossa si dee
spianare nel fondo a piano , acciò non penda in luogo alcuno
d' alcuna delle bande, e che le cose che vi s'hanno a por sopra
sieno bilanciate di ugali peli, avendo le cose gravi per loro natu-
rale influito d'aggravare sempre e premere verso i luoghi più badi .
Vi sono ancora quelle cose, che ci comandano che si facciano
circa alle muraglie in acqua , ma si appartengono più al modo del
murare, chea quello del farei fondamenti. Comandano certamen-
te che si faccia quello , cioè che abbronzite le punte di molti
pali e di molte pertiche, 11 sicchino capovolte , sicchi occupino
uno spazioil doppio più largo di quel che debba essere il muro ed
i pali sieno lunghi non meno che 1' ottava parte dell' altezza del
futuro muro, ed in modo grassi, che corrispondano alla duode-
cima parte e non meno della loro lunghezza . Finalmente con-
ficchinsi tanto spessi , che non vi resti più luogo alcuno dove.»
metterne. GÌ' instrumenti da consiccare i pali, sieno come si vo-
gliono , non bisogna eh' abbiano i loro mazzi gravissimi, ma ch«
dian spesiì colpi; poiché i troppo gravi essendo di pelò straordi-
narj e d'impeto intollerabili infrangono del tutto i legnami, ma
lo spesseggiare continuamente i colpi doma e vince ogni durezza
e persidia di terreno . Tu lo puoi veder quando tu vuoi consic-
care un chiodo sottile in un legno duro , che sé tu adopererai un '
martello grave, non ti riuseirà, ma sé tu ne adopererai un pic-
colo e proporzionato lo farai penetrare .

Badi
loading ...